Comasca

Coronavirus a Lomazzo, il sindaco Rusconi: “Età media drasticamente abbassata”

Il sindaco di Lomazzo: "Non c'è una cura e non c'è un vaccino: unica via è la prevenzione. Osservate le regole"

Coronavirus a Lomazzo, il sindaco Rusconi: “Età media drasticamente abbassata”
Comasca, 17 Ottobre 2020 ore 08:50

Come riferito dal sindaco Giovanni Rusconi, i casi di coronavirus a Lomazzo attualmente attivi sono 5, tutti in isolamento domiciliare.

Coronavirus a Lomazzo, anche due minori in isolamento

Trentanove casi dall’inizio dell’epidemia, di cui 29 guariti, 5 deceduti e 5 in isolamento, positivi. Sono i numeri snocciolati dal sindaco di Lomazzo Giovanni Rusconi nell’aggiornamento sulla situazione dell’epidemia nel suo comune. “Vi è una cosa particolare da dire di questa seconda ondata – ha spiegato – che l’età media si è drasticamente abbassata. A Lomazzo, su cinque casi, ben due sono minorenni. Quindi è necessario porre attenzione al comportamento dei minorenni”.

LEGGI ANCHE: Nuova ordinanza in Lombardia: ecco tutte le misure

“Unica via è la prevenzione”

“Questa seconda ondata sta aumentando i suoi effetti troppo velocemente – ha continuato Rusconi – Noi dobbiamo porre tutte le attenzioni per prevenire il contagio. Ancora non c’è una cura preventiva, ancora non c’è un vaccino, e l’unica via rimane la prevenzione. La prevenzione impone tre comportamenti fondamentali:

Primo. Usate sempre la mascherina. E’ necessario usarla correttamente. Deve coprire la bocca, e deve coprire il naso. Vedo molte persone in giro per Lomazzo che coprono la bocca e non il naso, per respirare meglio o per evitare che si appannino gli occhiali. Ma il naso è fonte di contagio. E quindi vi esorto a coprire la bocca e a coprire il naso, usando la mas

Secondo. La distanza. E’ necessario ricordare l’importanza della distanza. Un metro, due metri, l’uno dall’altro. La distanza previene il contagio.

Terzo. Lavarsi le mani, igienizzarsi frequentemente, evitare di toccare con le dita la bocca, gli occhi, il naso.

Il nostro immediato futuro è nel nostro comportamento. I provvedimenti che è necessario prendere sono conseguenti al comportamento non corretto che si riscontra in alcuni cittadini. Io sono fiducioso che queste mie parole non vadano al vento, ma che ne facciate tesoro, per la salute vostra, la salute dei vostri cari, la salute dell’intera comunità, osservando sempre le regole fondamentali di prevenzione del contagio: mascherina, distanza, lavaggio continuo delle mani durate la giornata”.

Le novità del Dpcm 13 ottobre 2020

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia