Cronaca
Castiglione Olona

Con il vino «Il Collegiata» si sostiene la musica

Anche quest’anno a Castiglione Olona la magia della vendemmia si ripete e grazie alla famiglia Nutricati il museo ha deciso di sostenere l’Accademia di Musica e Arte «Tito Nicora», attiva sul territorio cittadino

Con il vino «Il Collegiata» si sostiene la musica
Cronaca Tradate, 10 Ottobre 2021 ore 11:18

Ogni anno, nel mese di settembre, la magia della vendemmia si ripete: è infatti arrivato anche quest’anno il momento di raccogliere l’uva e di iniziare il delicato percorso di trasformazione che porterà il vino nei nostri calici. Così anche nel podere della Collegiata nei giorni scorsi è stato possibile visitare il vigneto e osservare i filari pronti per la vendemmia, dalla quale si ricaverà il prelibato Merlot «Il Collegiata».
La visita alla vigna è stata per tutti una scoperta: protagonista la restituzione di un’immensa ricchezza fatta di competenze e tradizioni, che è diventata in questi anni risorsa tangibile e preziosa per la collettività. Perché il vino è storia, cultura, benessere e sviluppo. È colori, profumi, persone, emozioni.

Con «Il Collegiata» si fa anche cultura

La coltivazione della vite è tornata dal 2015 sui ronchi della Collegiata grazie all’impegno di Francesco Nutricati, che, con la sua grande passione per la viticoltura, ha riportato alla sua origine una significativa porzione del paesaggio del borgo antico. La famiglia Nutricati ha offerto anche quest’anno, 100 bottiglie della sua produzione di merlot al Museo della Collegiata per sostenere iniziative benefiche.

 

La vendita sostiene l’Accademia di Musica e Arte «Tito Nicora»

Con la vendita delle bottiglie de «Il Collegiata» il museo ha deciso di sostenere l’Accademia di Musica e Arte «Tito Nicora», attiva sul territorio cittadino, che con un'ampia scelta di corsi si propone di avvicinare alla musica bambini, giovani e adulti, grazie specialmente all’abilità, alla passione ed alla competenza del suo Direttore, il Maestro Luca Volonté, e dei suoi insegnanti, ma anche offre a tutta la cittadinanza momenti indimenticabili di grande musica. Grazie alla beneficenza degli amanti del buon vino sarà possibile sostenere l’acquisto di strumenti musicali che l’Accademia garantisce ai suoi studenti in comodato d’uso gratuito: «Avvicinare le giovani generazioni all’arte, in questo caso musicale, è uno degli scopi principali di ogni museo e a cui hanno potuto partecipare coloro che desideravano una bottiglia de “Il Collegiata 2019”», ha commentato il direttore del complesso museale, Dario Poretti.

 

Grazie alla famiglia Nutricati

Il gesto, è stato molto apprezzato dall’accademia, che attraverso le parole del maestro Volontè ha voluto ringraziare il museo e la famiglia Nutricati per avere destinato il ricavato a sostegno della musica e dei giovani musicisti: «Un sentito ringraziamento alla famiglia Nutricati per il generoso pensiero di devolvere la beneficenza di quest'anno alla nostra Accademia e per la particolare attenzione rivolta ai bisogni e alle necessità di tanti giovani e promettenti allievi. Da sempre, la nostra Scuola fornisce in comodato d'uso gratuito una pluralità di strumenti musicali che difficilmente gli allievi riuscirebbero a reperire autonomamente. Questa iniziativa benefica ci sarà dunque di grande aiuto per accompagnare tanti ‘piccoli musicisti’ nel loro percorso di studi e ci permetterà di supportarli al meglio nella loro crescita artistica e musicale».
Sono state molte le persone che non hanno perso l’occasione di assaggiare il vino della Collegiata e che, grazia alla donazione, hanno avuto così in omaggio una delle cento bottiglie de «Il Collegiata 2019».
«Rinnovo la stima e la gratitudine a Francesco Nutricati e a tutta la sua famiglia», dichiara Poretti : «La scelta di sostenere la formazione musicale dei più giovani, riprende uno dei tratti più innovativi di quella che fu l’opera del Cardinal Branda e riannoda la realtà della Collegiata a quella dell’Accademia e del Corpo Filarmonico cittadino che già da mesi stanno collaborando in vista delle celebrazioni del VI centenario che prenderanno il via il 7 gennaio 2022».