Cronaca
Cultura

Collegiata, il parroco chiede aiuto ai castiglionesi per sostenere i lavori

"Tutti coloro che vorranno contribuire alla realizzazione del progetto lo potranno fare attraverso una donazione".

Collegiata, il parroco chiede aiuto ai castiglionesi per sostenere i lavori
Cronaca Tradate, 06 Dicembre 2020 ore 11:30

Procede senza sosta l’intervento relativo al progetto «Collegiata Terra e Cielo» reso possibile grazie al contributo della fondazione Cariplo e che interesserà la chiesa e il complesso museale fino al 2021.

Collegiata, i lavori proseguono

Dopo l’attività di diagnostica svolta nei mesi scorsi, con i quali è stata effettuata una prima valutazione della stabilità del complesso monumentale, è stato messo in opera un sistema di monitoraggio strutturale che si protrarrà per almeno un anno.
Sono poi stati installati sensori inclinometrici lungo il fronte orientale del Complesso, verso il fianco scosceso del colle che domina il borgo di Castiglione Olona: dal Battistero alla Canonica, passando per la Collegiata con il suo campanile, la sagrestia e spazi annessi. Questo sistema di monitoraggio, attraverso la registrazione continua di ogni minimo movimento, consentirà l’elaborazione dei dati per formulare una diagnosi scientifica circa lo stato strutturale del Complesso.

Utilizzato anche un drone per le immagini

Per quanto riguarda la situazione delle coperture, elementi sommitali e strutture murarie non visibili da terra, è stata documentata tramite immagini acquisite da un drone. Proprio sul rifacimento della copertura della canonica so stanno concentrando i primi lavori compresi nel progetto «Collegiata terra e cielo».
In questi giorni inoltre, sono stati impiegati i mezzi del cantiere per verificare la solidità del terreno; gli interventi hanno riportato alla luce attraverso un un piccolo scavo archeologico mirato a constatare lo stato di conservazione della famosa «cisterna», che figurava dalle indagini georadar svolte nel 1998, una porzione della volta superiore in mattoni della cisterna che è profonda più di cinque metri e raccoglie ancora l’acqua. I lavori che stanno proseguendo costantemente, hanno inoltre permesso di ritrovare alcuni reperti archeologici che verranno ora valutati e studiati nel dettaglio.

L'appello del parroco don Ambrogio

Gli interventi nell’ambito del progetto che in parte è finanziato da Fondazione Cariplo, stanno quindi continuando con grande successo, come confermato anche dal parroco don Ambrogio Cortesi, che ha voluto lanciare un appello a tutti i cittadini per sostenere gli interventi straordinari che stanno interessando il complesso museale: «Ringrazio tutti coloro che già hanno raccolto l’invito a sostenere gli interventi. Le necessità continuano e tutti coloro che vorranno contribuire alla realizzazione del progetto in base alle proprie possibilità, lo potranno fare attraverso una donazione. Per avere tutte le informazioni o gli estremi per dare il proprio contributo è possibile contattare la direzione del museo della Collegiata o la segreteria parrocchiale».

 

Torna alla homapage

Seguici sui nostri canali