Turate

Chiesa chiusa per i lavori al pavimento

Le messe si terranno nel cortile dell’oratorio o in tre spazi interni: cine-teatro, sala polifunzionale e area bar

Chiesa chiusa per i lavori al pavimento
Cronaca Comasca, 17 Luglio 2021 ore 15:30

In occasione della festa per i santi patroni, Pietro e Paolo, la parrocchia ha celebrato l’ultima messa all’interno della chiesa madre prima dell’avvio dei lavori di ristrutturazione dei pavimenti, che dureranno mesi.

Chiesa chiusa, ecco dove si celebrano le messe

«L’ultima domenica del mese è ricorsa la festa patronale dei santi Pietro e Paolo. In quella occasione sono state celebrate le ultime messe  in chiesa parrocchiale  prima della sua chiusura definitiva per i lavori di restauro del pavimento e del nuovo impianto di riscaldamento a pavimento», anticipa il parroco don Maurilio Frigerio, spiegando cosa succederà durante la realizzazione dei lavori: «Per le celebrazioni liturgiche ci porteremo in oratorio utilizzando tutti gli ambienti presenti al piano terra, ossia il cineteatro, il salone bar e il salone polifunzionale. Questi tre spazi saranno sempre collegati in audio-video per tutte le celebrazioni. Quando il tempo lo permetterà celebreremo poi volentieri all’aperto nello spazio idoneo già collaudato nel cortile dell’oratorio. La celebrazione feriale della messa sarà invece nel Cineteatro». E a questo proposito: «Piano piano ci adatteremo per tutto il tempo che sarà necessario per completare i lavori in chiesa parrocchiale. Chiediamo a tutti collaborazione e pazienza per vivere bene questo periodo necessario e che sfrutta il tempo estivo. Altre indicazioni le daremo man mano che ne vedremo l’esigenza».

Si torna piano piano alla normalità

Con la stagione estiva la parrocchia e l’oratorio stanno tornano progressivamente alla normalità, pur continuando a rispettare le norme anticovid, dopo il delicato periodo di pandemia. Due sono infatti stati i grandi eventi che l’oratorio ha ospitato: la festa per i 40 anni di sacerdozio di don Maurilio e lo storico evento de «La prima goccia», eccezionalmente ospitato dalla parrocchia come già scritto. «Per prima cosa debbo ringraziare tutta la comunità che si è stata presente in occasione del mio quarantesimo di Ordinazione sacerdotale: grazie a quanti hanno pregato e partecipato sentitamente alla messa. Il grazie va a don Marco, seminaristi, coro e sagrestia e a tutti volontari che hanno ben preparato il luogo della celebrazione e il ben riuscito rinfresco al termine della celebrazione. Grazie soprattutto per la situazione non facile in cui ci troviamo a operare per il bene di tutti con la sanificazione degli ambienti, la pulizia e tutti gli altri accorgimenti sanitari in atto. Grazie a chi era presente: l’Amministrazione, il Comandante dei Carabinieri, il Gruppo Alpini, l’Avis, il Centro anziani, il Gruppo Radio, il Moto Club, il Corpo musicale Santa Cecilia e la Protezione civile. Grazie al Consiglio Pastorale e Affari Economici e a tutti gli operatori pastorali: Catechiste, Caritas, Azione Cattolica, Pastorale battesimale, Pastorale della famiglia, sagrestia e tutti i numerosi volontari giovani e adulti assieme a “La Prima Goccia”, alle contrade e anche i coscritti del 1957».

 

Torna alla homepage