Andamento settimanale

Casi raddoppiati in una settimana, a Lodi più di 50 casi per 100mila abitanti

Aumentano i positivi, segnali positivi invece da ricoveri e decessi, stabili o in calo. Tutti i numeri dell'andamento settimanale dell'epidemia Covid in Lombardia

Casi raddoppiati in una settimana, a Lodi più di 50 casi per 100mila abitanti
Cronaca Varese, 14 Luglio 2021 ore 19:08

A guardare i numeri dei positivi, la tendenza sembra essersi già invertita: nell'ultima settimana i casi positivi registrati sono il doppio di quella precedente. Massima attenzione ora sul numero di ricoveri.

Covid in Lombardia, l'andamento settimanale

A tenere traccia dell'andamento settimanale è il consigliere regionale Pd Samuele Astuti. I dati da lui raccolti ed elaborati mostrano qualche primo segnale di una ripresa del contagio. I numeri assoluti, per ora, non sono tali da destare preoccupazioni ma solo tra qualche settimana si vedrà se all'aumento dei casi nell'ultima settimana seguirà anche un inversione nell'andamento delle ospedalizzazioni.

Nell'ultima settimana i nuovi positivi sono stati 1.656, contro gli 830 della settimana precedente e dei 796 di quella ancora prima. Questo a fronte di 199mila tamponi e di 210 e 201mila nelle settimane precedenti. Aumenta, quindi, la percentuale di tamponi positivi sul totale, arrivando al 2,6% dall'1% di quella precedente (tenendo conto che il dato si basa sui nuovi positivi rilevati sul totale dei tamponi, che comprende anche quelli di controllo).

Il dato positivo: decessi e ricoveri non crescono

Ci sono due note positive: il numero di decessi non è sostanzialmente variato nelle ultime settimane e quello dei ricoveri continua a diminuire, anche se con tassi minori. 12 i ricoverati in meno in terapia intensiva dell'ultima settimana, 27 quelli non in terapia intensiva.

Fondamentale sarà quindi nelle prossime settimane l'efficacia dei vaccini, specialmente con doppia dose vista la diffusione della variante Delta. Tutti i vaccini utilizzati infatti hanno dimostrato finora di essere in grado di impedire la manifestazione grave del Covid, con qualsiasi variante e quindi il ricovero in ospedale, ed è per questo che il Governo sta ragionando sull'eventuale applicazione di restrizioni "alla francese" per chi non fosse in possesso del Green Pass.

I dati sull'andamento settimanale nei grafici realizzati dal consigliere Astuti:

6 foto Sfoglia la gallery

Pochi tamponi

Un anno fa si parlava delle 3T: Testare, Tracciare e Trattare. Sulla prima, i test, i numeri calano. "Nella settimana che si chiude oggi sono stati comunicati circa 199 mila tamponi, di cui 98 mila molecolari e 101 mila antigenici - ribadisce Astuti - un numero troppo lontano da quelli registrati prima del mese di maggio in cui i valori si attestavano attorno ai 300 mila tamponi settimanali. Il tracciamento è fondamentale in questo momento".

Incidenza in salita

Altro dato da guardare è quello delle incidenze. Specialmente perchè a Roma si discute sull'eventuale re-introduzione delle sistema a zone con gli stessi parametri usati fino al mese scorso. E, con un'incidenza superiore ai 50 casi per 100mila abitanti, salvo cambiamenti delle regole si rischierebbe un ritorno in zona gialla. Una soglia che Lodi ha superato questa settimana con 56,1 casi ogni 100mila abitanti. Il dato più basso a Lecco con un 1,2 casi ogni 100mila abitanti, mentre la media regionale si ferma a 16.

Nei grafici di Astuti, l'andamento dei casi positivi e dell'incidenza nelle province lombarde:

12 foto Sfoglia la gallery

Eccole tutte provincia per provincia, elaborate invece dal professor Paolo Spada per la pagina Facebook Pillole di Ottimismo. Tra parentesi, il dato relativo al 7 luglio:

  • Bergamo: 6,9 (5,1)
  • Brescia: 9,9 (4,2)
  • Como: 11,3 (6,7)
  • Cremona: 32,7 (10,2)
  • Lecco: 1,2 (2,7)
  • Lodi: 56,7 (28,8)
  • Mantova: 17,1 (9,9)
  • Milano: 18,1 (10,9)
  • Monza e Brianza: 5,9 (5,8)
  • Pavia: 11,2 (3,6)
  • Sondrio: 5 (6,1)
  • Varese: 18,3 (7,4)