Menu
Cerca
Groane

Cartelli stradali "divulgativi" a Ceriano Laghetto: oltre alle vie, la storia

Pian piano, la rete di strade del paese si trasformerà in una piccola "enciclopedia" a cielo aperto

Cartelli stradali "divulgativi" a Ceriano Laghetto: oltre alle vie, la storia
Cronaca Groane, 18 Maggio 2021 ore 09:31

Dietro il nome di ogni via c'è una storia, la storia. Così Ceriano Laghetto ha deciso di rinnovare la propria segnaletica con nuovi cartelli stradali che in poco più dello spazio di un "tweet" raccontano a chi o a cosa fa riferimento quella strada.

Nuovi cartelli stradali "divulgativi" a Ceriano Laghetto

Nei giorni scorsi sono stati sostituiti i primi 31 cartelli, con l'obiettivo nelle prossime fasi  di estendere l'iniziativa su tutto il paese. Al posto dei cartelli tradizionali standard ne sono arrivati di nuovi, "arricchiti" con una immagine e una breve descrizione del personaggio o dell’evento a cui è dedicata la strada. L’iniziativa è stata promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione con il Circolo Storico Cerianese, contattando  Tiziano Nasini, appassionato studioso di toponomastica, di Varedo, che ha ideato e registrato i nuovi modelli di cartello di denominazione stradale e lo ha sperimentato qualche mese fa proprio nella vicina Varedo.

“Ceriano Laghetto è il primo comune d’Italia ad avere posizionato anche il proprio gonfalone all’interno dei nuovi cartelli. Il prossimo a partire sarà Carate Brianza" racconta Nasisi, che spiega di aver voluto dare risposta alle curiosità di tanti, che di fronte al nome di una strada si chiedono quale storia ci sia dietro il personaggio, l’evento o la località a cui è dedicata.

3 foto Sfoglia la gallery

Storia e curiosità in un "tweet"

In ogni cartello quindi anche una rapida descrizione, massimo 180 caratteri, per "presentare" l'intitolazione della strada.

"Abbiamo visto questa iniziativa a Varedo e abbiamo voluto introdurla anche Ceriano Laghetto perché ci è sembrata molto interessante ed efficace per fare conoscere almeno in maniera sommaria i soggetti a cui sono intitolate le nostre strade - piega l’assessore alla Cultura, Romana Campi - come occasione anche magari per una riflessione o per ripassare qualche nozione o scoprire qualche curiosità, anche questo è un modo per diffondere la passione per la storia, l’arte e la cultura di cui è ricchissimo il nostro Paese".

Per il momento, in questa prima fase sperimentale, a Ceriano Laghetto sono stati realizzati nuovi cartelli su 31 vie: si va dai classici Michelangelo Buonarroti, Giovanni Boccaccio o Camillo Benso di Cavour a denominazioni più contemporanee come Carlo Alberto Dalla Chiesa o Caduti di Nassyria.