Da Solaro a Capo Nord… con la Vespa!

Tre solaresi partiranno sabato prossimo in direzione Norvegia. Il Sindaco Moretti li ha premiati

Da Solaro a Capo Nord… con la Vespa!
Groane, 01 Agosto 2020 ore 11:00

Un gaglierdetto portafortuna è stato consegnato venerdì mattina dal sindaco di Solaro Nilde Moretti a tre cittadini. Il motivo? Sabato prossimo Mauro Calcinotto, Carlo Pizzi (di Solaro) e Tullio Ponti (di Caronno Pertusella) partiranno alla volta di Capo Nord con le proprie vespe. Un viaggio impegnativo, che durerà 30 giorni,  i primi sei completamente in solitaria e poi, da Trondheim in avanti, accompagnati dalle famiglie sino alla destinazione finale. Attraverseranno Svizzera, Austria, Germania, Danimarca e Norvegia con arrivo allo storico monumento del Globo di Nordkapp e visita a Capo Nordkinn. Un viaggio di 10mila chilometri, da Solaro fino a Capo Nord sostando in alcuni posti fantastici come le isole Lofoten.

 

L’incoraggiamento del sindaco Moretti

Ho voluto incontrarli di persona perché era curiosissima di conoscere i dettagli di questa avventura. Ora sono orgogliosa di aver consegnato a nome di tutta la cittadinanza il nostro gagliardetto che raggiungerà il punto più a nord di tutta Europa. Li ringrazio per averci coinvolti e gli faccio un in bocca al lupo per la riuscita del viaggio. Sappiamo che altri hanno viaggiato così a nord, anche in Vespa, ma per la Solaro si tratta di una prima volta e seguiremo tutti il viaggio da vicino.

 

I tre motociclisti pronti all’avventura

L’idea la coltiviamo da qualche anno, è il sogno di un po’ tutti i motociclisti, il viaggio da realizzare almeno una volta nella vita. Non sarà un viaggio facile, ma si può dire che ci siamo allenati in questi anni partecipando ad alcune mille km. Inoltre, non avremo fretta e potremo goderci il paesaggio. Questo aspetto della condivisione ci ha convinto più di tutto. Sarà un bello sforzo per le nostre Vespe, ma siamo convinti che ce la faranno

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia