Fronteggiare l'emergenza

Buoni spesa, riaperto il bando a Solbiate Olona

Le domande devono essere presentate entro il 23 gennaio.

Buoni spesa, riaperto il bando a Solbiate Olona
Cronaca Valle Olona, 02 Gennaio 2021 ore 15:42

Le domande devono essere presentate entro il 23 gennaio al Comune di Solbiate Olona.

Buoni spesa, nuovo bando a Solbiate Olona

L’Amministrazione comunale ha rifinanziato il Fondo di solidarietà alimentare. Di seguito le modalità per presentare la richiesta.

Chi puo’ presentare la domanda?
I nuclei famigliari residenti nel Comune di Solbiate Olona piu’ esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza CORONAVIRUS e quelli in stato di bisogno che non hanno partecipato nella prima apertura, ovvero nel mese di dicembre 2020.
La domanda potra’ essere presentata da un solo componente del nucleo famigliare.
Come disposto dall’Ordinanza della Protezione Civile la priorita’ nell’assegnazione degli aiuti alimentari andra’ a quei nuclei famigliari che non sono gia’ assegnatari di sostegno pubblico.

Entro quando puo’ essere presentata la domanda?
Entro sabato 23 GENNAIO 2021

Come presentare la domanda?
Utilizzando il modulo di autocertificazione allegato, compilandolo e inviandolo unitamente alla copia della carta di identita’ al seguente indirizzo mail: protocollo@comune.solbiateolona.va.legalmail.it (vengono accettate anche mail non certificate).
Nel caso cio’ non fosse possibile, il richiedente potra’ ritirare una copia cartacea in Comune.
Per eventuali chiarimenti che si rendessero necessari nella compilazione del modulo di autocertificazione, sara’ possibile contattare il seguente recapito telefonico:
0331 376107
O gli indirizzi mail:
assistentesociale@comune.solbiateolona.va.it o socioculturale@comune.solbiateolona.va.it
Per i soggetti sottoposti a misure di contenimento domiciliare per quarantena, stante la particolare situazione, la domanda verra’ raccolta telefonicamente al n. 0331 376107

Nel caso la domanda fosse accettata, come verra’ erogato l’aiuto alimentare?
Mediante buoni spesa spendibili nei negozi di alimentari presenti sul territorio comunale che hanno aderito all’iniziativa. Il nucleo famigliare beneficiario verra’ contattato al numero di telefono indicato nella domanda oppure all’indirizzo mail. In quella occasione sara’ anche concordata la modalita’ di consegna dei buoni spesa.
I nuclei famigliari beneficiari dei buoni spesa dovranno conservare gli scontrini relativi agli acquisti effettuati per eventuali futuri controlli.

Si sa gia’ quali sono i negozi di alimentari che hanno aderito all’iniziativa?
Si, sono:

IPERMONTEBELLO SPA – via per Busto Arsizio;
TIGROS SPA – via dei Patrioti;
PANIFICIO BELSITO – via A. Ponti, 1;
CAPRYO’ – viale Vittorio Veneto.

I suddetti punti vendita potranno a loro volta applicare ulteriori sconti rispetto al valore del buono spesa.
In fase di presentazione della domanda occorrera’ indicare presso quale esercizio si vorranno effettuare gli acquisti.

Quali sono gli importi che verranno messi a disposizione dei nuclei famigliari?
Il buono spesa da erogare una tantum sara’ commisurato al numero di componenti del nucleo famigliare cosi’ come di seguito:

famiglia con 1 componente: 100 Euro;
famiglia con 2 componenti: 150 Euro. Se presente minore 0-3: 50 Euro ulteriori per minore;
famiglia con 3 componenti: 200 Euro. Se presente minore 0-3: 50 Euro ulteriori per minore;
famiglia con 4 componenti: 250 Euro. Se presente minore 0-3: 50 Euro ulteriori per minore;
famiglia con 5 componenti: 300 Euro. Se presente minore 0-3: 50 Euro ulteriori per minore;
famiglia con 5+ componenti: 50 Euro in piu’ per ogni componente. Se presente minore 0-3: 50 Euro ulteriori per minore.

L’importo massimo che verra’ erogato per nucleo famigliare non potra’ comunque essere superiore a 500 Euro.
I suddetti importi potranno essere rivisti in diminuzione o in aumento in fase di erogazione sulla base del numero delle richieste e dei fondi disponibili.

Come avverra’ la selezione dei richiedenti?
Nell’assegnazione dei buoni spesa si terra’ conto dell’Ordinanza della Protezione Civile n. 658/2020 (priorita’ a chi non percepisce alcun sostegno pubblico), dell’ordine di presentazione delle richieste, delle situazioni certificate e della disponibilita’ di fondi (ad esaurimento).

 

Torna alla homepage

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità