Cronaca
Il "take away"

Brumotti e Striscia per tre giorni nei boschi dello spaccio tra Vedano e Malnate

Un continuo viavai di auto e clienti, pusher che vendono ad ogni ora, tutti i giorni

Brumotti  e Striscia per tre giorni nei boschi dello spaccio tra Vedano e Malnate
Cronaca Valle Olona, 14 Aprile 2022 ore 03:23

Spaccio a tutte le ore, tra consegne al finestrino dell'auto e a mano a chi invece arriva a piedi: le telecamere di Striscia sono entrate nel bosco della droga tra Vedano Olona e Malnate.

Brumotti e Striscia la Notizia nel bosco della droga tra Vedano e Malnate

Un'area ormai diventata una tappa fissa per chi cerca droga, in particolare cocaina. Una "stazione" ben riconoscibile, in prossimità di una cabina elettrica che insieme alle tante disseminate lungo e dentro le aree boschive del territorio costituisce un vero e proprio supermercato dello stupefacente.

Dopo le denunce, le segnalazioni e le operazioni (evidentemente non risolutive) che continuano da anni, nei giorni scorsi ad accendere i riflettori su quanto avviene tra Vedano Olona e Malnate è arrivata anche Striscia la Notizia con il suo inviato Vittorio Brumotti, che per tre giorni, in solitaria, ha osservato cosa succede in questo "take away della droga".

"Decine e decine di macchine si fermano per comprare la cocaina - spiega Brumotti nel servizio andato in onda mercoledì sera (questo il link per rivederlo) - Un viavai continuo. All'interno, un'organizzazione ben dettagliata addetta allo spaccio, che a tutti i giorni a tutte le ore è disposta a vendere morte".

Organizzazione ben rodata, collaudata e comune a tutte le aree di spaccio simili: una staffetta per la consegna delle dosi direttamente nelle auto degli acquirenti, un secondo spacciatore che fa da sentinella e un terzo piazzato nella base, a confezionare le dosi e gestire ordini e chiamate dei clienti. E, all'interno dei boschi, altri pusher che "intercettano" chi invece arriva a piedi e avvisano i complici nel caso di avvistamenti sospetti.

Come quello di Brumotti, che dopo tre giorni di osservazione ha raggiunto il quartier generale fatto di due sedie e materiali per il confezionamento nascosti tra gli alberi. Una sortita che non è passata inosservata e che ha messo in fuga tutti gli addetti del market della droga, allontanatisi di corsa lasciando cellophane e telefoni dietro di sè.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter