Menu
Cerca
Castiglione Olona

Borgo storico, via alle agevolazioni per i commercianti

L'assessore Sacco: "Con il nostro intervento intendiamo incentivare la ripresa. Pensiamo che sia importante per i nostri commercianti avere un aiuto".

Borgo storico, via alle agevolazioni per i commercianti
Cronaca Tradate, 17 Aprile 2021 ore 17:30

Il rilancio del borgo passa anche attraverso gli incentivi economici per i commercianti che scelgono di investire nel centro storico.

 

Borgo storico, incentivi per i negozianti

Via libera dall’ultimo Consiglio comunale a una riduzione della tassa per l’occupazione del suolo pubblico. Rispetto alle tariffe standard che erano in vigore, il nuovo provvedimento prevede un taglio del 50% andando così ad agevolare le attività del borgo. Una scelta che ha visto concordi il gruppo di maggioranza e di opposizione e che va così a supportare i commercianti che soprattutto in questo ultimo anno, a causa dell’emergenza sanitaria hanno sofferto maggiormente.
«Da regolamento è poi prevista la facoltà di applicare specifiche esenzioni riservate agli esercizi pubblici per l’occupazione di aree adiacenti gli esercizi stessi fino a 40mq di occupazione massima. Ogni occupazione è comunque sottoposta alle normali procedure autorizzative», ha spiegato l’assessore al bilancio Roberto Sacco che ha poi aggiunto: «Con il nostro intervento intendiamo incentivare la ripresa. Pensiamo che sia importante per i nostri commercianti avere un aiuto». Non sarà solo il borgo a usufruire di questa importante  del plateatico, dato che il regolamento vale per tutte le aree considerate centro storico nel comune, quindi anche per le attività di Gornate Superiore e Caronno Corbellaro.

Il vicesindaco Guerra

Un passo in avanti da parte dell’Amministrazione, per incentivare e agevolare le attività nel borgo: «In questo modo supporteremo tutte le attività che hanno avuto delle difficoltà ad aprire o accogliere la clientela all’interno per mancanza di spazio all’interno del locale. Complice l’arrivo della bella stagione ci auguriamo che le vie del centro storico tornino a ripopolarsi con un conseguente aumento di lavoro per i negozi», commenta il vicesindaco Paolo Guerra che anticipa poi l’apertura di nuove attività nel borgo e l’interesse di alcuni investitori: «Presto riaprirà il locale in piazza Garibaldi, a seguito della chiusura del bar Bistrot e il passaggio di gestione. Aprirà poi a breve un negozio di pelletteria e molto probabilmente anche un negozio di ortofrutta. Ci sono poi altre persone che stanno dimostrando interesse ad investire in un’attività nel nostro borgo».

Bando regionale

Qualcosa dunque si muove e il progetto di rilancio, valorizzazione e riqualificazione del centro storico  andrà sicuramente a toccare tantissimi altri punti: «Noi ci stiamo impegnando per incentivare il commercio e speriamo che tutti i nostri commercianti possano tornare a lavorare a pieno regime. Abbiamo partecipato ad un bando di Regione Lombardia con un progetto di riqualificazione e valorizzazione dei borghi che potrebbe portare fino ad un milione di euro da investire nel rilancio del nostro centro storico».

 

Torna alla homepage