Menu
Cerca
droga

Blitz contro lo spaccio, perde il borsello mentre fugge: dentro 1500 euro e 200 grammi di droga

E' stato fermato anche un 38enne che doveva essere ai domiciliari.

Blitz contro lo spaccio, perde il borsello mentre fugge: dentro 1500 euro e 200 grammi di droga
Cronaca Varese, 23 Maggio 2021 ore 12:27

Settimana intensa sul fronte del contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. Proseguono da parte delle forze dell'ordine con sempre maggiore intensità i controlli finalizzati ad arginare il fenomeno con particolare riguardo alle aree boschive individuate anche grazie alle segnalazioni da parte dei cittadini che si sono imbattuti in soggetti dall’atteggiamento inequivocabilmente dedito allo spaccio.

Blitz contro lo spaccio, perde il borsello mentre fugge: dentro 1500 euro e 200 grammi di droga

Mercoledì scorso, i Carabinieri della stazione di Castiglione Olona e Carnago, con il supporto anche della Polizia Locale durante i servizi di perlustrazione delle aree utilizzati da spacciatori, hanno individuato un gruppo di persone che alla vista dei militari si sono dati alla fuga; dopo un breve inseguimento ne sono stati fermati due, risultati poi essere assuntori acquirenti di sostanze stupefacenti per i quali è scattata la segnalazione alle competenti autorità, mentre altri tre sono riusciti a darsi alla fuga.

Proprio durante la fuga però uno di questi ha perso un borsello con all’interno soldi contanti per una somma pari a circa 1500 euro e circa 200 grammi di sostanza stupefacente già suddivisa in dosi: si trattava di cocaina, eroina e hashish. Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro e sono stati avviati accertamenti per risalire all’identità dei detentori.

Fermato un 38enne che doveva essere ai domiciliari

Durante un analogo servizio condotto dai militari della Stazione di Gorla nelle aree boschive a confine del territorio provinciale, tra i soggetti identificati nelle zone frequentate da acquirenti e spacciatori di stupefacenti è stato sorpreso un 38 enne di Mozzate che di fatto doveva trovarsi presso la propria abitazione poiché ristretto agli arresti domiciliari. L’uomo che in un primo momento aveva tentato di eludere i controlli dei Carabinieri fornendo false generalità, è stato arrestato e denunciato per il reato di evasione e per aver fornito false dichiarazioni sull’identità personale.