Cronaca
Busto

Blitz animalista allo stadio di Busto: "Trentino Go Home"

Le proteste degli animalisti invadono il campo della Pro Patria

Blitz animalista allo stadio di Busto: "Trentino Go Home"
Cronaca Busto Arsizio, 13 Ottobre 2022 ore 09:13

Nessuna questione fra tifosi dietro i cartelli e lo striscione comparsi nella notte allo stadio Speroni di Busto, che domenica ospiterà la squadra del Trento.

Blitz animalista allo stadio

A scatenare gli animalisti l'uccisione alcune settimane fa di un'orsa in Trentino, F43. "Giovane, sana, innocua, denominata con una sigla: F43 da chi considera gli animali alla stregua di oggetti. Difficile pensare a un incidente, che comunque sarebbe da attribuire per incompetenza agli operatori", scrivono da Centopercentoanimalisti.

stadio-carlo-Speroni-Busto-Arsizio-Va-4
Foto 1 di 3
stadio-carlo-Speroni-Busto-Arsizio-Va-1
Foto 2 di 3
stadio-carlo-Speroni-Busto-Arsizio-Va-5
Foto 3 di 3

Decina di abbattimenti

"Difficile, perché in 22 anni,  da quando è iniziato nella provincia di Trento il progetto “life ursus” con relativi finanziamenti, decine di orsi sono morti, o eliminati intenzionalmente, o in seguito a 'incidenti', o sono scomparsi dopo esser stati catturati. Inoltre fa pensare il fatto che l’Orsa  fosse monitorata perché 'troppo socievole': cercava la vicinanza con gli umani, il che  avrebbe potuto crear problemi ai manager del turismo  locale - attaccano i militanti - Resta  comunque chiaro che non si può affidare la gestione di un bene collettivo prezioso come la vita degli animali liberi a chi sa  affrontare i problemi solo col fucile.

Per ricordare al presidente Fugatti e i suoi collaboratori che non ci siamo dimenticati di loro, nella serata del 12 ottobre, Militanti del Movimento Centopercentoanimalisti, hanno tappezzato con uno striscione e manifesti vs il Trentino, lo stadio “Carlo Speroni” di Busto Arsizio (VA), dove la squadra di calcio del Trento, affronterà domenica 16 ottobre i Tigrotti della gloriosa Pro Patria. Nessuna tregua a chi ammazza gli orsi".

Seguici sui nostri canali