Ceriano Laghetto

Bassani e il Mio Italia: “Nessuna garanzia, il 7 e l’8 chiusi”

"Non ha senso mettere in moto tutta la macchina per due giorni e senza altre certezze"

Bassani e il Mio Italia: “Nessuna garanzia, il 7 e l’8 chiusi”
Cronaca Groane, 08 Gennaio 2021 ore 20:00

Alfonso Bassani, titolare di AlterEgo Bistrot a Ceriano Laghetto, e gli altri esponenti del Mio Italia hanno aderito a una protesta durante i giorni di giovedì 7 e venerdì 8 gennaio per far sentire nuovamente la voce dei ristoratori. Sul numero di venerdì 8 gennaio de La Settimana di Saronno (CLICCA QUI per acquistare l’edizione online) il servizio completo

Zona gialla. Riapertura? No, saracinesche giù

I titolari di bar e ristoranti che aderiscono a Mio Italia hanno così deciso di tenere giù le saracinesche sia giovedì che venerdì. Nonostante la Lombardia sia Zona gialla, infatti, per i titolari non ci sono le dovute garanzie soprattutto in vista dei prossimi giorni. “Non ha senso mettere in moto tutta la macchina per poi dover chiudere di nuovo“, spiega Alfonso Bassani.  Che già nel recente passato si era reso protagoniste di iniziative singolari, quali appendere dei boxer alla saracinesca del suo Bistrot e scrivere una cartolina al premier Giuseppe Conte per evidenziare il problema che stanno vivendo i ristoratori.

La locandina della protesta di Mio Italia
La locandina della protesta di Mio Italia
La locandina appesa fuori da AlterEgo Bistrot
La locandina appesa fuori da AlterEgo Bistrot

 

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità