Cronaca

Attacco hacker ad Ats Insubria: il sito non è raggiungibile

Impossibile accedere ai vari servizi. Il consigliere dem Astuti: "Fatto grave, basta con una gestione frammentaria e insensata della cybersicurezza"

Attacco hacker ad Ats Insubria: il sito non è raggiungibile
Cronaca Varese, 05 Maggio 2022 ore 13:03

Attacco hacker ad Ats Insubria, sistemi informatici in fase di verifica. Il sito, al momento, non è raggiungibile.

Attacco hacker ad Ats Insubria: il sito non è raggiungibile

Stamattina i tecnici hanno rilevato un attacco hacker nei sistemi informatici di ATS Insubria pertanto in via cautelativa e per sicurezza hanno isolato la struttura informatica aziendale dalle reti esterne, di conseguenza il sito e i portali pubblici di ATS Insubria non saranno raggiungibili fino al termine delle verifiche.

“Al momento ci risulta impossibile qualunque intervento e siamo dispiaciuti per le ricadute sull’utenza, che in queste ore non può prenotare, né consultare, né interloquire coi nostri servizi” ha commentato il Direttore Generale Lucas Maria Gutierrez.

I dem: "Accentrare e rafforzare la cybersecurity"

L'episodio, sebbene (almeno per ora) limitato ai disagi per gli utenti, solleva necessariamente il tema della sicurezza delle piattaforme informatiche regionali, finite nuovamente nel mirino degli hacker. E il consigliere regionale del Partito Democratico Samuele Astuti non manca di evidenziare quale sia il grande problema:

“L’attacco hacker ai sistemi informatici dell’Ats Insubria, che fa seguito a pochi giorni di distanza a quello all’Asst Fatebenefratelli di Milano, è un fatto molto grave, sia per i disagi che sta portando agli utenti sia per le implicazioni che potrebbe avere. Occorre fare subito chiarezza e capirne l'origine e la natura. Rimane il fatto che in Lombardia ogni struttura sanitaria  ha un suo software di gestione, del quale dovrebbe curare  direttamente la sicurezza. Un sistema che  non ha senso, né dal punto di vista economico, né funzionale. Lo ha rilevato anche la Corte dei Conti, indicando nella frammentazione degli acquisti da parte di Ats e Asst un punto di debolezza e di spreco di denaro pubblico. Anche noi lo avevamo denunciato, chiedendo in sede di riforma della sanità lombarda, che gli acquisti di servizi fossero centralizzati. La cybersecurity, oggi in particolare, deve essere centralizzata e rinforzata”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter