Finanza

Appalti truccati, scuole rimaste al freddo: due professionisti coinvolti, sequestri per 850mila euro

Mancati lavori "pagati" dagli studenti di diversi istituti ritrovatisi in pieno inverno in aula senza riscaldamento

Appalti truccati, scuole rimaste al freddo: due professionisti coinvolti, sequestri per 850mila euro
Varese, 23 Settembre 2020 ore 13:44

Appalti truccati da due professionisti incaricati dalla Provincia di Varese a vigilare sui lavori di riqualificazione delle scuole: falsi certificati di regolarità e troppi occhi chiusi sulle inadempienze delle ditte.

Appalti truccati e controlli pilotati: da 2,5 milioni passati a 250mila euro di inadempienze

Le accuse sono di truffa aggravata in danno di Ente Pubblico, frode in pubbliche forniture e falso ideologico. Nei guai due professionisti raggiunti da due provvedimenti di custodia cautelare (un arresto ai domiciliari e un obbligo di firma) al termine delle indagini del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Varese. Operazione che ha portato anche al sequestro di 850mila euro nei confronti di cinque società ritenute coinvolte negli illeciti.

Lavori non eseguiti nelle scuole della provincia

In base a quanto emerso i due professionisti erano stati incaricati di vigilare sull’esecuzione dei lavori e del collaudo del contratto di appalto relativi alla gestione clima e riqualificazione tecnologica degli edifici della Provincia, tra i quali diverse scuole. Un appalto di oltre 29 milioni di euro con tre lotti di interventi su sette scuole di Varese, quattro di Busto Arsizio, tre di Tradate, tre di Bisuschio, cinque di Saronno, due di Gallarate, due di Luino e una nei comuni di Gazzada Schianno, Sesto Calende, Gavirate e Laveno Mombello.

appalti truccati per i lavori nelle scuole

Le indagini sono risalite fino al 2016, quando uno dei due professionisti (all’epoca direttore esecutivo del contratto) avrebbe falsamente attestato la regolarità esecutiva dei lavori, nonostante non fossero stati realizzati completamente. Le imprese subentrate nell’appalto infatti avevano quantificato circa 2,5 milioni di euro di gravi inadempimenti.

Accordi illeciti tra i due controllori

In questa fase avrebbe agito invece il secondo professionista, che al momento del collaudo avrebbe quantificato quelle stesse inadempienze in 850mila euro. Non solo, perchè in base alle indagini i due professionisti avrebbero siglato alcuni accordi illeciti per alleggerire ulteriormente la posizione delle imprese inadempienti (per le quali, uno di essi, da libero professionista, aveva prestato collaborazione), fino alla redazione di un rapporto finale ed al rilascio del certificato di collaudo in cui sarebbero stati
ulteriormente ridotti i valori delle inadempienze, scendendo a circa 250mila euro.

“Gravi effetti sulle attività didattiche”

appalti truccati per i lavori nelle scuole

I mancati lavori si sarebbero quindi tradotti in gravi effetti sulle attività didattiche dello scorso anno scolastico in numerosi istituti della provincia che sono state caratterizzate dal non corretto funzionamento degli impianti di riscaldamento durante il
periodo invernale, sfociate in diverse proteste degli studenti rimasti al freddo.

Sono stati infine sequestrati oltre 850mila euro nei confronti delle imprese inadempienti per responsabilità amministrativa degli enti derivante dalla commissione di reati.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia