Menu
Cerca
Altomilanese

Anziano vagava in stato confusionale: salvato, è finalmente tornato in Germania

Era stato trovato sabato 22 maggio in via Olmina a Legnano. Dopo due settimane di cure all'ospedale di Cuggiono, venerdì 4 giugno ha preso un aereo per Amburgo da dove era partito in direzione Taranto per acquistare un loculo

Anziano vagava in stato confusionale: salvato, è finalmente tornato in Germania
Cronaca Alto Milanese, 07 Giugno 2021 ore 13:24

Anziano vagava a Legnano senza punti di riferimento, soccorso dalla Polizia Locale e ricoverato all'ospedale di Cuggiono, dopo due settimane ha fatto finalmente ritorno a casa vicino ad Amburgo.

Anziano vagava in via Olmina: il lieto fine di una vicenda che poteva avere ben altri sviluppi

Sì, perché il protagonista di questa vicenda, un ultraottantenne di origine pugliese, da oltre 50 anni vive in Germania. L'uomo ha fatto ritorno a casa venerdì 4 giugno 2021 con un volo dall’aeroporto di Milano Malpensa. Sabato 22 maggio era stato trovato da una pattuglia della Polizia Locale in via Olmina in evidente stato confusionale e in condizioni fisiche precarie. Il lieto fine di una vicenda che poteva avere ben altri sviluppi è stato reso possibile da una rete di solidarietà e dalla collaborazione tra i Comuni di Legnano e Cuggiono e il presidio ospedaliero di Cuggiono.

Era tornato in Italia per comprare un loculo al cimitero e nel viaggio di ritorno si era smarrito

Ecco la ricostruzione dei fatti: l’uomo, classe 1936, il 20 maggio era partito in auto dalla sua città di residenza, a nord di Amburgo, diretto a Taranto, città natale, per acquistare un loculo al cimitero. Lungo il viaggio di ritorno un errore: invece di prendere la A9 in direzione del confine, l’uomo ha imboccato la A8 uscendo a Legnano. Una volta fuori dallo svincolo, privo di ogni riferimento, si è fermato in via Olmina. A quel punto, grazie all’intervento della Polizia Locale insieme con il personale dell’ambulanza della Croce rossa cittadina e dell’automedica, l’85enne è stato condotto al Pronto soccorso per le prime cure mediche. Il giorno successivo, domenica 23 maggio, l’anziano è stato trasferito presso il reparto di cure sub acute dell’ospedale di Cuggiono diretto dalla dottoressa Tiziana Candiani. Nel frattempo il Comando Polizia Locale di Legnano si è adoperato con le autorità consolari per ottenere i contatti con la famiglia e organizzare il rientro in Germania.

Curato per due settimane all'ospedale e poi aiutato da una rete formata da istituzioni e associazioni

Nelle due settimane di permanenza in reparto l’uomo è stato curato e rimesso in condizione di affrontare un viaggio, mentre i Servizi sociali del Comune Cuggiono, il servizio territoriale dell'Asst Ovest Milanese e la Polizia Locale di Legnano si sono adoperati per organizzare il ritorno in condizioni di sicurezza. L’85enne è arrivato nel tardo pomeriggio di venerdì all’aeroporto di Amburgo dove era atteso dalla compagna della sua vita. Fondamentale è stato anche l’apporto dell’associazione Azzurra soccorso di Cuggiono, che si è adoperata per il trasferimento dal presidio ospedaliero a bordo aereo nello scalo di Malpensa.

"Insieme, siamo riusciti a superare ostacoli burocratici che spesso rischiano di limitare azioni e risultati"

Il commento condiviso di Anna Pavan, assessore al Benessere e Sicurezza sociale del Comune di Legnano, e di Serena Longoni, assessore per le Politiche sociali e alla persona del Comune di Cuggiono è: «Ancora una volta la collaborazione fra istituzioni diverse per territorio e competenze ha consentito di trovare una soluzione che ha guardato alla persona e, pur nel rispetto delle norme, ha superato ostacoli burocratici che spesso rischiano di limitare azioni e risultati».