Cronaca
Saronno

Animali in piazza, animalisti in guerra: "Airoldi peggio di Fagioli. Sarà una S. Antonio blindata"

Le minacce di Centopercentoanimalisti: "Il 9 gennaio le famiglie stiano a casa. non sarà una bella domenica di festa"

Animali in piazza, animalisti in guerra: "Airoldi peggio di Fagioli. Sarà una S. Antonio blindata"
Cronaca Saronno, 20 Dicembre 2021 ore 08:49

Nelle scorse settimane la lettera (senza mai risposta) con la richiesta di un incontro, ieri le foto con galline e oche in gabbia in piazza. E Centopercentoanimalisti annuncia battaglia a gennaio, quando in città si celebrerà la Sagra di Sant'Antonio con gli animali.

Animali in piazza, gli animalisti: "E' una sfida. Sant'Antonio sarà calda"

Sono bastate le oche, le galline e i conigli esposti ieri, domenica, in piazza a Saronno nello stand dell'associazione Sant'Antonio da Saronno a far scatenare le furie animaliste. La firma è quella di Centopercentoanimalisti, il gruppo che da anni si oppone e protesta per l'utilizzo degli animali nelle fiere cittadine e in quella di Sant'Antonio che si tiene a gennaio a Saronno.

"Tramite il nostro leader avevamo mandato una PEC al sindaco Airoldi, per un incontro in vista alla sagra di Saronno, ma dopo una settimana, nessuna risposta. Poco fa ci hanno girato delle foto dove oche, galline e conigli sono esposti in gabbia nella piazza principale della cittadina - scrivono in un comunicato - Tralasciamo da parte la 'non risposta' del sindaco di Saronno, l'educazione è una virtù o la si ha, o non la si ha, tuttavia, Airoldi ha fatto peggio del suo predecessore, che almeno aveva la decenza di esporre gli animali solo il periodo della sagra, che ovviamente, per quel che ci riguarda, contestiamo lo stesso".

Secondo il gruppo, quello di ieri è stata "una sfida". "Questo soggetto politico se ne assumerà la responsabilità, se voleva ottenere una sagra blindata e molto calda, c'è risuscito", minacciano.

"Domenica 9 gennaio ci saremo lo stesso, con o senza autorizzazione, le denunce non ci hanno mai fermato e mai ci fermeranno".

Dichiarazione di guerra

"Consigliamo a questo personaggio di chiedere a colleghi di Tonco (Asti) che fine fece la loro sagra anni fa, molto simile a quella di Saronno. Consigliamo alle famiglie di stare a casa, non sarà una bella domenica di festa il 9 gennaio - concludono - gli animali saranno rispettati o perché la gente li ama, o perché avrà paura di quello che gli potrebbe accadere! La sfida è accettata, spada o fioretto signor Sindaco, spada o fioretto?".