Cronaca
UBoldo

Amministratori in carrozzina a fare la gimkana tra le barriere architettoniche

Hanno percorso il tragitto dalla piazza della chiesa parrocchiale fino in Comune

Amministratori in carrozzina a fare  la gimkana tra le barriere architettoniche
Cronaca Saronno, 05 Dicembre 2021 ore 11:36

Dalla piazza della chiesa parrocchiale in carrozzina fino in Comune, una passeggiata molto particolare per gli amministratori comunali che hanno accettato di raccogliere l’invito e partecipare all'iniziativa di «Poker del cuore», un evento organizzato lo scorso fine settimana per raccogliere fondi da destinare all'associazione «Tutto è Super-Abile» e all'oratorio San Pio.

Amministratori in carrozzina tra le barriere architettoniche

Amministratori ma anche normali cittadini per un giorno hanno provato cosa significa fare la gimkana tra marciapiedi, gradini, strade malconce e affrontare le barriere architettoniche che ogni giorno si trova di fronte chi è in carrozzina. A promuovere l’iniziativa «La disabilità nella normalità: una passeggiata con le mani sulle ruote» è stata la Compagnia Uboldese di Ercole Galli, sempre in prima linea, che ha centrato l’obiettivo. La parola d’ordine era sensibilizzare chi amministra la città ma anche i cittadini normodotati. «È stata l’occasione per cogliere una grande sfida: quella di provare a fare in carrozzina il tratto che va dalla chiesa alla piazza del Municipio dove c’è la nostra sede del “Tutto è superabile”. Una sfida a provare come i nostri amici, che usano regolarmente questo mezzo di trasporto, come si trovano quando devono percorrere un tratto di strada in un bellissimo paese come il nostro!».

Un'impresa non semplice e carica di difficoltà

Perciò nei giorni scorsi l’appuntamento è stato in piazza Conciliazione e tutti alla fine del percorso si sono ritrovati a fare la stessa considerazione, ossia quanta sia la fatica per combattere ogni giorno contro le difficoltà nel doversi destreggiare per muoversi in paese e fare anche solo un breve tragitto. Un’impresa non semplice per chi ha deciso di mettersi in gioco e che ha avuto anche bisogno di aiuto e di far spingere la carrozzina.

Il sindaco Clerici: "Ancora molto da fare"

C’era anche il sindaco Luigi Clerici: «L’iniziativa di sabato è stata davvero toccante, effettivamente quando ci si trova a vivere certe situazioni ci si rende conto anche delle difficoltà e di quanto anche la maleducazione non aiuti. Le difficoltà ci sono e anche il pavè rende complicato muoversi per chi è in carrozzina. C’è ancora molto da fare e iniziative come quelle di queste giorni sono sicuramente uno stimolo a mettersi al lavoro per abbattere sempre di più le barriere. L’attenzione da parte nostra c’è, abbiamo anche asfalto due parcheggi anche in quest’ottica, si cerca di tamponare con i bilanci che abbiamo a disposizione. Purtroppo i Comuni fanno sempre più fatica e con la pandemia siamo in difficoltà sul sociale a gestire le tante richieste di chi sta vivendo un periodo complicato»