Cronaca
Valle Olona

Al lavoro per riqualificare 20 alloggi pubblici in quattro territori della Valle Olona

Proseguono gli interventi di recupero su 20 alloggi pubblici dei Comuni di Castellanza, Gorla Minore, Gorla Maggiore e Olgiate Olona.

Al lavoro per riqualificare 20 alloggi pubblici in quattro territori della Valle Olona
Cronaca Valle Olona, 31 Luglio 2022 ore 09:00

Sono in corso i lavori di risanamento di appartamenti comunali sfitti.

Al lavoro per recuperare alloggi pubblici

Proseguono gli interventi di recupero su 20 alloggi pubblici dei Comuni di Castellanza, Gorla Minore, Gorla Maggiore e Olgiate Olona, che fanno parte del patrimonio pubblico, ma sono gravati da numerose carenze manutentive e da diversi anni non possono essere affittati alle famiglie in difficoltà.
Grazie al progetto elaborato lo scorso anno da C.S.P. s.r.l. (Castellanza Servizi e Patrimonio), i Comuni della Valle, con Castellanza capofila, hanno potuto beneficiare di un contributo straordinario di Regione Lombardia che permetterà di risanarli e di rimetterli a disposizione delle famiglie in difficoltà abitativa.

Lavori iniziati a maggio

L’importo totale dei lavori è stato aggiudicato a una impresa di San Giustino (PG), per un importo totale di 534 mila euro. I lavori sono iniziati lo scorso mese di maggio e, grazie alla Direzione Lavori curata da C.S.P. s.r.l., proseguono nel pieno rispetto del cronoprogramma. Attualmente sono in corso i lavori sui 4 appartamenti nel territorio di Gorla Minore e su due nel comune di Olgiate Olona. Le lavorazioni sono completate al settanta percento circa per i primi quattro e quelle dei secondi sono iniziate da una decina di giorni.

Ecco dove partiranno i cantieri

Nei prossimi mesi partiranno i lavori in Comune a Castellanza (12 appartamenti interessati) e Gorla Maggiore (uno) e su un altro appartamento di Olgiate Olona. Gli interventi programmati riguardano la messa a norma degli impianti (idrico-sanitario, riscaldamento, elettrico); la sostituzione dei serramenti; lavori edili e di risanamento consistenti nell’intervento di sostituzione di rivestimenti (bagni e cucine) o nella posa di nuova pavimentazione su quella preesistente, in alcuni casi la formazione di vespai.

Il termine a febbraio 2023

«Il termine dei lavori è previsto per il febbraio 2023. Siamo contenti che il nostro progetto abbia potuto ottenere un importante contributo della Regione – ha dichiarato il Presidente di CSP, Livio Frigoli. Siamo ancora più contenti che il progetto sia stato sostenuto da più Comuni. È l’esempio concreto che solo attraverso il dialogo e la collaborazione i Comuni possono ottenere risultati significativi e duraturi».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter