Agonizzante in strada per sedare una rissa, 28enne muore in ospedale

In un primo momento si era pensato ad un pirata della strada, invece il giovane pare abbia picchiato la testa nel tentativo di sedare una lite.

Agonizzante in strada per sedare una rissa, 28enne muore in ospedale
Cronaca Gallarate, 20 Maggio 2018 ore 19:33

Agonizzante in strada un ragazzo di 28 anni muore in ospedale.

Agonizzante in strada

Un ragazzo di 28 anni è morto in ospedale, dopo essere stato trovato in fin di vita in strada, sul Sempione, poco lontano da una discoteca di Vergiate, intorno alle 4.00 di questa mattina, 20 maggio. A tentare di aiutarlo, sono stati alcuni giovani, usciti dalla discoteca che notandolo hanno chiamato i soccorsi. Sul posto sono intervenute un’ambulanza e un’automedica. Trasportato in condizioni critiche all'ospedale Circolo di Varese, il 28enne è morto poco dopo.

Indagini in corso

Sulla vicenda indagano i carabinieri del comando provinciale di Varese intervenuti anche loro sul luogo dell’accaduto. In un primo momento sembrava che il giovane potesse essere stato travolto da un'automobilista, successivamente fuggito. Con il passare delle ore, invece ha preso sempre più consistenza l’ipotesi di una lite finita in tragedia.

Lite tra amici

Secondo quanto ricostruito fino ad ora dai carabinieri, due dei giovani che si trovavano con il 28enne avrebbero iniziato a litigare fuori da un locale in provincia di Novara. Dopo essere arrivati in auto nei pressi di una seconda discoteca, a Vergiate, i giovani avrebbero continuato a litigare in strada. A quel punto, nel tentativo di dividere i due, il 28enne si sarebbe messo in mezzo, per poi essere spintonato finendo a terra.

Giovani identificati

I carabinieri stanno ora cercando di ricostruire l'esatta dinamica dei fatti e accertare se, dopo essere stato spinto, il 28enne abbia riportato un trauma alla testa che ne avrebbe poi causato la morte o se, successivamente, nel tentativo di fuggire dal luogo della lite, uno dei suoi amici lo abbia travolto con l'auto. I giovani sono stati tutti identificati e verranno sentiti nelle prossime ore.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!