Cronaca
Locate Varesino

Aggredito sul treno, un passante lo trova sanguinante e in stato di shock a Locate

A chiamare i soccorsi un passante che aveva visto il 35enne sanguinante e confuso in stazione

Aggredito sul treno, un passante lo trova sanguinante e in stato di shock a Locate
Cronaca Tradate, 01 Febbraio 2021 ore 13:26

Polizia locale di Tradate e Locate Varesino a sirene spiegate insieme all'ambulanza verso la stazione di Locate Varesino questa mattina, lunedì 1 febbraio, intorno alle 11.30 per un 35enne sceso dopo esser stato aggredito sul treno.

Aggredito sul treno a Locate, portato in ospedale

Ferito, sanguinante e in stato confusionale dopo essere stato aggredito sul treno: è stato portato in codice verde all'ospedale di Tradate per le cure e gli accertamenti del caso il 35enne originario della Valcuvia soccorso stamattina alla stazione di Locate. Ad accorgersi di lui un passante che non ha esitato ha chiamare i soccorsi, arrivati accompagnati dalle sirene della Polizia di Tradate e di quella di Locate e della Croce Rossa di Tradate.

Tentativo di rapina

A quanto riferito dal 35enne dopo essersi calmato, a causargli le ferite la colluttazione con tre soggetti che sul treno avevano cercato di rubargli il telefono e i soldi che aveva con sè. Era riuscito ad opporre resistenza e a non farsi rapinare, scendendo alla prima stazione "utile", riportando diverse escoriazioni al volto.

Sono in corso le indagini per ricostruire con precisione quanto accaduto ed individuare gli aggressori.

Ancora sirene in stazione

Anche se questa volta l'aggressione sarebbe avvenuta a bordo del treno (e i contorni andranno chiariti dalle indagini, che al momento si basano sull'unica testimonianza del ferito) è la seconda volta nel giro di due mesi che ambulanze e forze dell'ordine intervengono alla stazione di Locate.  La prima era stata ben più grave: a farne le spese era stato un 32enne nordafricano colpito alla testa con un machete da un connazionale che era poi fuggito salendo sul treno. Nel giro di una settimana comunque i carabinieri riuscirono a identificarlo e denunciarlo. Da tempo comunque la vigilanza sull'area della stazione è costante da parte delle forze dell'ordine che svolgono periodici pattugliamenti e servizi di controllo.