Cronaca
Rientro

A Gornate un vialetto colorato accoglierà i bambini il primo giorno di scuola

Nelle scorse settimane il maestro Giovanni Curreli ha lavorato con colori e pennelli per realizzare il percorso didattico

A Gornate un vialetto colorato accoglierà i bambini il primo giorno di scuola
Cronaca Tradate, 11 Settembre 2021 ore 17:35

Un rientro colorato a Gornate per i bambini delle scuole elementari.

A Gornate Olona accoglienza speciale per il rientro a scuola

Il primo giorno di scuola i bambini delle elementari troveranno un bellissimo e coloratissimo vialetto d’ingresso ad accoglierli, con angioletti, ranocchi e divertenti giochi di una volta che oltre ad abbellire il cortile dell’edificio, darà la possibilità agli studenti di giocare e divertirsi imparando.
Nelle scorse settimane infatti il maestro Giovanni Curreli, ha lavorato con colori e pennelli per realizzare il percorso didattico che dal cancello conduce fino alla porta d’ingresso della primaria Giovanni XXIII. Una bellissima idea quella dell’insegnante, che è stata subito supportata e condivisa dall’amministrazione comunale e dal sindaco Paolino Fedre: «Ci siamo resi disponibili ad acquistare il materiale per la scuola. Il maestro Curreli è veramente una brava persona che si prodiga per i suoi alunni e svolge il suo lavoro con passione».

 

50074533_0FD9CF05-990C-409C-A738-42861FE4DA4B
Foto 1 di 5
50074536_0D854133-DC74-4CCD-BCD1-609D1BC5326A
Foto 2 di 5
50074539_D969DAB8-A3E6-4A2A-8229-B09BA348DB5E
Foto 3 di 5
50074542_B3051879-F1AC-4E6B-8F31-797C396322F2
Foto 4 di 5
50074545_532C52F9-D141-4398-8C24-E04CCC857AE0
Foto 5 di 5

E' un percorso didattico

L’iniziativa suggerita e realizzata dal maestro della scuola elementare si ispira a diverse opere ludico-motorie create in diversi edifici scolastici Europei con lo scopo di abbellirli e di essere funzionali anche alla crescita educativa e didattica degli studenti. I disegni realizzati da Curreli hanno infatti l’obiettivo di affinare le capacità percettive degli alunni e darà loro la possibilità di comunicare attraverso il gioco, utilizzando la fantasia.
«Ci tengo a ringraziare la mia collega Silvia Lebotti che ha contribuito e creduto nell’idea, oltre al sindaco e al vicesindaco Rolando Squizzato, quest’ultimo mi ha supportato nella realizzazione del percorso, sono stato un mese inginocchiato sul cemento e senza di lui non so se sarei riuscito a finirlo. L’angelo che sorride alla fine del percorso è dedicato proprio a lui», commenta l’insegnante che dal 2005 insegna nella scuola elementare Gornatese e che non vede l’ora del primo giorno di scuola per rivedere i suoi alunni e per iniziare il nuovo progetto dell’orto botanico che impegnerà lui e i suoi colleghi per tutto il prossimo anno scolastico.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter