Iniziativa

A Castiglione un incontro per parlare di legalità con il giudice Guarnotta

L'incontro si terrà nella suggestiva cornice del Portico d'Onore di Palazzo Branda Castiglioni.

A Castiglione un incontro per parlare di legalità con il giudice Guarnotta
Cronaca 04 Luglio 2021 ore 10:30
Giovedì 22 luglio alle 20.30 a Castiglione Olona, il Portico d'Onore di Palazzo Branda Castiglioni (Via Mazzini, 23) ospiterà il giudice Leonardo Guarnotta per un interessantissimo incontro sulla legalità. Già procuratore capo di Palermo, Guarnotta fu insieme a Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e Giuseppe Di Lello uno dei membri dello storico pool antimafia guidato da Antonino Caponnetto.

A Castiglione incontro con il giudice Guarnotta

Introdotto da Adelio Airaghi, presidente dell’associazione Volarte Italia e promotore dell’iniziativa insieme al Comune di Castiglione Olona - Assessorato alla Cultura, il giudice racconterà ai presenti gli avvenimenti che lo coinvolsero nel noto Maxiprocesso dell'86, esperienza poi raccontata nel suo libro "C'era una volta il Pool antimafia. I miei anni nel bunker" edito da Zolfo.

“C’era una volta il Pool antimafia. I miei anni nel bunker”. Nel titolo di questo libro c’è tutto: i ricordi del giudice Guarnotta, a partire da quella mattina di aprile del 1984, quando divenne parte del pool antimafia di Palermo. Quel pool antimafia di Palermo, nato pochi mesi prima in un bunker del tribunale in città. Con lui i personaggi più noti della storia recente, figure simbolo della lotta contro Cosa nostra: erano Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e Paolo Di Lello, coordinati dal consigliere istruttore Antonino Caponnetto. Una chiamata che gli «cambia per sempre la vita», si legge nella prefazione di Attilio Bolzoni. «È l’inizio di una stagione investigativa e giudiziaria intensa e appassionante, che porterà alla celebrazione del Maxiprocesso e a importanti condanne contro i boss di Cosa nostra». Un nuovo metodo d’indagine, dai santuari bancari violati, alla collaborazione dei pentiti,  fino alla scoperta della Cupola. E poi, alla fine, «gli amici perduti nelle stragi dell’estate del 1992». Guarnotta «ricostruisce, conoscendone le pieghe più intime, la straordinaria vicenda di una piccola schiera di uomini che ha fatto la storia della lotta alla mafia e, quindi, dell’Italia intera»

Moderata dal magistrato Cristina Marzagalli, con la partecipazione dell’avvocato Luigi Isolabella, la serata sarà ad ingresso libero su prenotazione telefonando al numero 0331858301 (Ufficio cultura) dal martedì al sabato nell'orario 9 - 12   e 15 - 18.

Torna alla homepage