Cronaca
Varese

15 Daspo dopo i disordini alla partita fra Openjobmetis e Fortitudo Bologna

Niente stadi per loro per almeno due anni fino a 8

15 Daspo dopo i disordini alla partita fra Openjobmetis e Fortitudo Bologna
Cronaca Varese, 16 Giugno 2022 ore 15:37

È costata caro a 15 ultras locali il tentativo di scontrarsi con gli omologhi bolognesi in occasione dell’incontro di basket tra le squadre della “Openjobmetis Varese” e della “Fortitudo Bologna” il 24 aprile scorso al palazzetto Enerxenia di Varese.

Disordini alla partita di basket, 15 ultras daspati

Animati dalla forte contrapposizione risalente nel tempo, infatti, un gruppo di ultras varesini ha cercato, al termine dell’incontro, di aggirare il cordone delle Forze dell’ordine che già in fase di afflusso era riuscito a contenere i tentativi di “contatto” che si erano limitati agli sfottò ed agli insulti.

Il tempestivo adeguamento del dispositivo di ordine pubblico ha consentito di bloccare il nuovo tentativo dei tifosi varesini che, non paghi, hanno ingaggiato uno scontro con il personale delle Forze dell’ordine lanciando petardi e brandendo cinture e bastoni. Nonostante alcuni contusi tra le FF.O., il tentativo è stato respinto, così garantendo il regolare deflusso dei tifosi ospiti.

Niente stadi per almeno 2 anni

A seguito di tali episodi sono stati adottati, da parte del Questore di Varese, 15 provvedimenti di divieto di accesso ai luoghi ove si svolgono manifestazioni sportive (DASPO) da un minimo di 2 anni ad un massimo di 8, per i soggetti recidivi in quanto già in passato sanzionati con tali provvedimenti. Per 5 di questi scatterà, quale ulteriore aggravamento della misura di prevenzione, anche l’obbligo di firma presso Uffici della PS in occasione di futuri incontri.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter