Scuola in sicurezza

14mila test sierologici al personale scolastico da Ats Insubria, positivo il 2%

Nessuno dei positivi è poi risultato ancora affetto dal coronavirus. Attesi entro il 18 settembre 30mila esami

14mila test sierologici al personale scolastico da Ats Insubria, positivo il 2%
Varese, 09 Settembre 2020 ore 17:12

Continuano i test sierologici rapidi da parte di Ats Insubria al personale docente e non docente che tornerà, ed è già rientrato, al lavoro nelle scuole delle province di Varese e Como.

Scuola, continuano i test sierologici: attesi 30mila volontari

ATS Insubria, in collaborazione con le ASST Sette Laghi, Valle Olona e Lariana, Protezione Civile, Associazione carabinieri in congedo e volontari, gestisce il programma di screening gratuito previsto per circa 30.000 soggetti che fanno parte del personale docente e non docente delle scuole pubbliche private e paritarie e degli asili nido, avviato il 24 agosto, su base volontaria, in osservanza delle normative nazionali e regionali in vigore per l’anno scolastico che sta per partire.

14mila testati, il 2% positivo (solo al sierologico)

Davvero significativa l’adesioni di docenti, operatori tecnico-amministrativi e educatori dei servizi educativi per l’infanzia e ovviamente anche Dirigenti Scolastici e Responsabili di Istituti e Scuole, oltre 14.000 i soggetti che hanno effettuato il test sierologico rapido al 7 settembre: positivi al test rapido solo poco più del 2% dei soggetti testati, che sottoposti al tampone per la ricerca molecolare del Sars- Cov2 – Coronavirus sono tutti risultati negativi.

ATS Insubria segnala al personale docente e non, che non ha ancora aderito al test, che lo stesso può essere eseguito anche dai Medici di Medicina Generale – MMG, che hanno aderito al programma e possono essere contattati dai singoli assistiti: sono oltre 300 – sempre al 7 settembre – i soggetti che hanno scelto di effettuare lo screening presso il proprio Medico. Si precisa, che in base alle disposizioni vigenti, non è previsto il rilascio del referto del test rapido in caso di negatività.

Possibilità anche per i neonominati e i docenti non di ruolo

Dal 9 settembre prosegue ancora l’attività – fino al 18 settembre – nelle postazioni allestite a Como al San Martino in via Castelnuovo e a Varese nell’area antistante CFP e Università dell’Insubria in via Monte Generoso. Si ricorda che la convocazione da parte di ATS, in base agli elenchi inviati dalle scuole, è il requisito indispensabile per accedere al test rapido. È stata prevista la possibilità anche per il personale non di ruolo e di recente nomina di accedere al test sempre per il tramite delle segreterie scolastiche.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia