Attualità
il mercato

Varese, dall’AgriMercato sostegno alle famiglie che accolgono i profughi ucraini

Sconto del 10% su tutta la spesa nei banchi del Mercato presso il piazzale dello stadio

Varese, dall’AgriMercato sostegno alle famiglie che accolgono i profughi ucraini
Attualità Varese, 23 Marzo 2022 ore 15:33

Venerdì 25 marzo al Mercato di Campagna Amica di Varese-Masnago.

Varese, dall’AgriMercato sostegno alle famiglie che accolgono i profughi ucraini

"Un piccolo gesto di aiuto e vicinanza che volentieri mettiamo in atto per aiutare chi aiuta gli ucraini”. Così il presidente dell’Associazione AgriMercato di Campagna Amica Varese Paolo Zanotti lancia l’iniziativa che dopodomani venerdì 25 marzo - vedrà impegnati i produttori agricoli a Varese Masnago in una nuova azione di solidarietà che si affianca alla “spesa sospesa” in favore della popolazione ucraina. In questo caso, l’iniziativa è rivolta alle famiglie che hanno deciso di aprire le porte delle proprie case ai profughi del Paese invaso e che potranno beneficiare di uno sconto del 10% su tutti gli acquisti fatti al Mercato che si tiene ogni venerdì mattina presso il piazzale dello stadio.

“Da subito si è attivata una gara di solidarietà che, oltre al Varesotto, ha toccato l’Italia intera” sottolinea Zanotti. “Gli agricoltori italiani continuano ad essere vicini alla popolazione ucraina sotto attacco con molteplici iniziative, anche in collaborazione con parrocchie, Comuni e associazioni. A Varese abbiamo attivato “Spesa sospesa” ormai da diverse settimane, ma abbiamo altresì pensato di sostenere anche chi ha deciso di agire in prima persona nell’accogliere chi è fuggito dalla guerra e cerca rifugio nel nostro Paese”.

“Il nostro impegno è il segno tangibile della solidarietà della filiera agroalimentare italiana verso la popolazione ucraina” spiega il presidente di Coldiretti Varese Fernando Fiori nel sottolineare che “di fronte a una situazione senza precedenti si tratta di uno sforzo corale che dimostra la capacità dell’Italia di unirsi e mobilitare risorse per sostenere un intero Paese in difficoltà. Nonostante le difficoltà che il settore sta affrontando, l’Italia che è leader europeo per valore aggiunto e qualità dell’agricoltura non può sottrarsi dall’impegno di rispondere agli appelli d’aiuto che provengono dall’Ucraina”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter