Attualità
Parco Pineta

Parco Pineta, WWF e SAATI insieme per la riqualificazione del sentiero 543 fra Appiano e Tradate

Non solo un sentiero più accessibile a tutti gli utenti: i lavori permetteranno di farne una linea tagliafuoco in caso di incendi e di tutelare e rafforzare la biodiversità di tutta l'area

Parco Pineta, WWF e SAATI insieme per la riqualificazione del sentiero 543 fra Appiano e Tradate
Attualità Comasca, 04 Ottobre 2021 ore 15:57

Sono iniziati oggi i lavori di ripristino del sentiero 543 in località Fogoreggio, al confine fra Appiano Gentile e Tradate. Lavori che confermano come l'unione faccia la forza: sono strati infatti possibili grazie alla collaborazione a tre fra il Parco Pineta, il WWF Insubria e l'azienda di Appiano SAATI.

Parco Pineta, WWF e SAATI: l'unione fa la forza

Lavori importanti, frutto di una grande collaborazione fra il Parco Pineta, WWF Insubria e l'azienda SAATI Spa, che ha deciso di supportare il progetto con un consistente piano di erogazioni liberali allo scopo di valorizzare la biodiversità e la fruizione dei nostri percorsi forestali.

Gli interventi

1 foto Sfoglia la gallery

I lavori prevedono diverse fasi: dopo quelle "d'ufficio" per la firma dei protocolli d'intesa necessari, si è proceduto con la ricostruzione del fondo del primo lotto del sentiero.  Adesso tocca ai volontari del WWF che si occuperanno delle piante esotiche e invasive presenti nell'area, un intervento propedeutico alla piantumazione di essenze autoctone.

Si lavorerà duro per i prossimi mesi, con l'obiettivo per la primavera del 2022 di concludere anche il secondo lotto di intervento: a lavori finiti circa un chilometro della strada forestale nel cuore del nostro Parco sarà completamente riqualificata e "ripulita" dai prodotti di dilavamento, dotando il sentiero anche di un guado sul torrente Bozzente.

Non solo fruibilità

Oltre a restituire il sentiero ai cittadini che vorranno passeggiarvi e per i quali saranno allestite piccole aree di sosta, questo intervento permetterà la riduzione del rischio idrogeologico e permetterà un rafforzamento della biodiversità locale andando ad eradicare e sostituire piante esotiche ed invasive.

Non meno importante, il rinnovato sentiero avrà una cruciale funzione di linea tagliafuoco permettendo di contenere eventuali incendi che potrebbero svilupparsi nell'area e, soprattutto, un più rapido intervento dei mezzi e delle squadre antincendio.

"Grande coraggio innovativo"

"Si tratta di una felice esperienza di collaborazione fra industria, volontariato e istituzioni - commenta il referente locale di WWF Insubria Matteo Colaone - che darà beneficio al territorio e a tutti coloro che amano frequentarlo. Ringraziamo SAATI per il coraggio innovativo dimostrato nel credere sin dal primo giorno al progetto, quando ancora era un'idea su carta, Fondamentale è stata anche l'esperienza del personale del Parco Pineta che ha coadiuvato il WWF nel definire le precise linee guida tecnico-scientifiche per la sua progettazione".

"Iniziativa stupenda"

"E un'iniziativa stupenda - chiosa il Presidente del Parco Pineta Mario Clerici - L'auspicio mio e di tutta la dirigenza del Parco è che possa essere un primo esempio di collaborazione con il mondo del volontariato e con le aziende che hanno fatto la storia e il benessere, anche economico del territorio che come la SAATI possono diventare protagoniste della promozione e valorizzazione ambientale e culturale del territorio stesso".