Attualità
CERIANO

L'Anadin d'or 2021 alla memoria di Massimo Volpi

A motivare la scelta il grande impegno profuso in vita per la sua comunità e il suo paese dall'imprenditore cerianese scomparso un anno fa

L'Anadin d'or 2021 alla memoria di Massimo Volpi
Attualità Groane, 15 Dicembre 2021 ore 10:43

Sono state consegnate domenica pomeriggio con una cerimonia in piazza Diaz, durante l’evento “Aspettando Natale”, le benemerenze civiche per l’anno 2021, e tra queste l'Anadin d'or, il premio riservato a chi ha dimostrato concretamente di amare il proprio paese, attraverso il proprio lavoro, la propria attività di volontariato, o le diverse attività nel campo del sociale, dello sport o dell’arte, portando beneficio a tutta la comunità.

Benemerenze a Ceriano, alla memoria di Volpi l'Anadin d'or

Per la consegna dei riconoscimenti è stata scelta una giornata speciale che ha richiamato nel centro del paese centinaia di persone, a vivere una giornata molto intensa con attrazioni e iniziative per tutti, in preparazione del prossimo Natale. La benemerenza dell’Anadin d’or, assegnata dalla Giunta comunale sulla base delle segnalazioni raccolte tra i cittadini, è andata alla memoria di Massimo Volpi, imprenditore scomparso prematuramente nell’agosto del 2020.

"Era un fiero cerianese - spiega l'Amministrazione - e ha fatto il possibile, conciliando gli impegni con il suo lavoro e la sua famiglia, per dare il proprio contributo alla crescita del paese, partecipando attivamente alla commissione comunale lavoro, commercio e artigianato per sostenere e risolvere eventuali problematiche emerse nella realtà cerianese. Si è inoltre distinto per l’impegno attivo nell’organizzazione di manifestazioni culturali ed eventi, in modo particolare per la valorizzazione della storia locale in occasione delle “Feste dei Cortili”".

Tutte le benemerenze

4 foto Sfoglia la gallery

Per il settore delle attività produttive è stata premiata l’azienda Lemas, con 45 anni di storia alle spalle e 30 di presenza in via Milano a Ceriano Laghetto. Per il commercio è stata premiata la Cartoleria Lidia Littamè di via Stra Meda, per la sua storica presenza nella rete di attività di vicinato e per la sua capacità di rinnovarsi. Per la cultura è stato premiato Aldo Ferrario, appassionato disegnatore e pittore, che si è dedicato in particolare a ritrarre paesaggi e angoli caratteristici, anche di Ceriano Laghetto. Per lo sport è stato premiato Giuseppe Sala, il “presidentissimo” della Asd Ceriano Laghetto, che ha guidato la società calcistica locale per più di 45 anni e che ancora oggi ne segue con passione l’attività in qualità di Presidente onorario.

Un riconoscimento speciale è stato assegnato ad Acla, Associazione commercianti, artigiani e lavoratori autonomi, per l’impegno messo in campo in un periodo difficilissimo, cercando di coinvolgere i cittadini, anche attraverso i social e attività nuove, fornendo anche spunti interessanti all’Amministrazione comunale.

Momento particolarmente toccante è stato quello dedicato al ringraziamento dei medici di base e pediatri che hanno affrontato “in prima linea” la pandemia, anche con le prime vaccinazioni anti-Covid per gli anziani del paese e per tutte le difficoltà legate al monitoraggio dei pazienti positivi e delle quarantene.

“Quest’anno -commenta il sindaco Roberto Crippa- la cerimonia di consegna dell’Anadìn d’or è stata particolarmente sentita e coinvolgente perché arrivata dopo un periodo di grande sofferenza e difficoltà, quando si è sentito ancora più forte il bisogno di riconoscerci come comunità vivace e solidale, di cui fanno parte persone straordinarie, a cui abbiamo voluto manifestare pubblicamente la nostra gratitudine con questo riconoscimento”.