Attualità
Salute

La chirurgia maxillo-facciale arriva all'Ospedale di Circolo

Cuore del nuovo servizio sarà il dottor Dimitri Rabbiosi che prenderà servizio da domani

La chirurgia maxillo-facciale arriva all'Ospedale di Circolo
Attualità Varese, 30 Settembre 2021 ore 16:42

Il Dottor Dimitri Rabbiosi, chirurgo maxillo-facciale, sarà in servizio da domani, venerdì 1 ottobre, all'Ospedale di Circolo.

Chirurgia maxillo-facciale all'ospedale di Circolo

Il POAS 2021 ha introdotto la nuova struttura di Chirurgia maxillo-facciale nell'ambito del Dipartimento delle chirurgie specialistiche dell'ASST Sette Laghi. Si tratta di una struttura chiave anche nell'ambito del Dipartimento funzionale Trauma System e, in particolare, del ruolo dell'Ospedale di Circolo quale Centro traumi ad alta specialità.

E proprio per dare sostanza a questo progetto, da domani entrerà in servizio all'Ospedale di Circolo il dottor Dimitri Rabbiosi, ricercatore universitario all'Università dell'Insubria.

Il curriculum

Nato a Sondrio nel 1970, il Dott. Rabbiosi ha conseguito la laurea in Medicina e la specializzazione in Chirurgia maxillo-facciale all'Università degli Studi di Milano.

Dopo un paio d'anni all'Ospedale San Gerardo di Monza, dal 2003 ha prestato servizio all'Ospedale San Paolo di Milano.

Nel 2012 ha conseguito il diploma EBOMFS (Eurepean Board of Oro-Maxillo-Facial surgery, Head and Neck surgery).

Dal 2005 è docente a contratto all'Università degli Studi di Milano nell'ambito della Scuola di Specializzazione in chirurgia maxillo-facciale, prima di approdare all'Università dell'Insubria di Varese. Componente di diversi gruppi di ricerca, ha al suo attivo numerose pubblicazioni scientifiche.

E' inoltre membro delle principali società scientifiche nazionali e internazionali di Chirurgia maxillo-facciale, Oncologia cervicocefalica e chirurgia del basicranio.

I trattamenti per i quali il Dottor Rabbiosi ha sviluppato una particolare esperienza riguardano l'oncologia testa-collo, la microchirurgia ricostruttiva, la traumatologia cranio-facciale, la chirurgia delle dismorfosi dentoscheletriche e il trattamento delle paralisi facciali e delle lesioni nervose del cavo orale.