Attualità
LA CERIMONIA

In prefettura la consegna delle onorificenze al Merito della Repubblica: protagonisti anche Bison e Laghezza

Tra i premiati, spiccano il vice sindaco di Venegono Superiore, l'ex comandante dei Carabinieri della compagnia di Saronno, il primo maresciallo Paolo Petrosino di Fagnano Olona e il cavaliere brigadiere D'Antona, Caronno Pertusella

In prefettura la consegna delle onorificenze al Merito della Repubblica: protagonisti anche Bison e Laghezza
Saronno Aggiornamento:

Si è svolta nella mattinata di oggi, sabato 18 novembre, nella Sala Convegni di Villa Recalcati a Varese la cerimonia di consegna delle onorificenze al Merito della Repubblica. Tra i premiati, spiccano il vice sindaco di Venegono Superiore Antonio Bison e l'ex comandante dei Carabinieri della compagnia di Saronno Pietro Laghezza e il primo maresciallo Paolo Petrosino di Fagnano Olona e il brigadiere Gaetano D'Antona di Caronno Pertusella.

Ecco i protagonisti della mattinata

E' cominciata stamane alle 10 nella Sala Convegni di Villa Recalcati e ha visto la presenza ai Sindaci dei Comuni interessati, ai responsabili delle Forze dell’Ordine e i rappresentanti delle Istituzioni, la cerimonia di consegna delle onorificenze dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana”, conferite con Decreto del Presidente della Repubblica in data 2 giugno 2023, a 16 cittadini della
provincia di Varese che si sono distinti per comportamenti volti a favorire il progresso civile e culturale della collettività, il dialogo e la coesione sociale, l’associazionismo e la solidarietà, il volontariato, la tutela del territorio e delle civiltà locali. Protagonisti 16 cittadini della provincia di Varese fra cui il Cavaliere Antonio Bison di Venegono Superiore, il Cavaliere Brig. Gaetano D’Antona di Caronno Pertusella, il Cavaliere Primo Maresciallo Dott. Paolo Petrosino di Fagnano Olona,  il Cavaliere Maggiore Pietro Francesco Laghezza, che ha guidato la Compagnia di Saronno per quattro anni e, dopo tre anni ad Avellino, è alla guida della Compagnia di Legnano e  il Cavaliere Ten. Col. Marco D’Aleo che per cinque anni ha guidato la Compagnia di Busto Arsizio.

CAVALIERE Sig. Antonio BISON

Nato a Tradate e residente a Venegono Superiore, attualmente pensionato, all’età di 25 anni ha creato un’attività artigianale per la stampa di materie plastiche: i suoi collaboratori lo ricordano come un datore di lavoro onesto, “operaio tra gli operai”. Negli anni ’90, unitamente ad un grande amico, ha organizzato una serie di missioni umanitarie nei Balcani per portare aiuto alla popolazione colpita dalla guerra; a seguito delle esperienze e conoscenze acquisite, nel 2006 essi hanno fondato l’Organizzazione di Volontariato “Servi dei poveri”, che in questi anni ha creato una rete solidale per continuare ad aiutare le tante persone che si trovano in situazioni di povertà e di bisogno: dalla Bosnia Erzegovina all’Albania, dalla Romania all’Uganda e all’Eritrea, oltre ad essere attiva anche sul territorio dove collabora con le Caritas. Presidente del “Gruppo Alpini di Venegono Superiore”, nel 2021 è stato insignito dalla Sezione di Varese dell’ANA del premio “Pàtogn”, destinato a chi tra tutti si distingue per la capacità di incarnare i principi fondanti del Corpo degli Alpini di disponibilità e fratellanza, con la seguente motivazione “Volontario a tempo pieno, con il suo inseparabile furgone si è dedicato senza risparmiarsi a tutte le attività della sua comunità, estendendo la sua collaborazione anche al di fuori dei nostri confini, aiutando i più poveri e bisognosi. Un esempio di Alpinità per tutti”. Iscritto anche all’AVIS-Sezione di Venegono Superiore, il Sig. Bison è sempre disponibile a sostenere tutte le realtà associative e istituzionali del suo Comune, organizzando e supportando iniziative di promozione sociale per migliorare i luoghi ed il tessuto sociale e lasciare così alle nuove generazioni un luogo migliore di quello che ha trovato.
Dal 6 giugno scorso il Sig. Bison è Vice Sindaco del Comune di Venegono Superiore, ruolo che ricopre con grande passione e che affronta con entusiasmo e senza risparmio di energie. Alla consegna parteciperanno anche il Sindaco di Venegono Superiore Sig. Lorenzin ed il Comandante provinciale ei Vigili del Fuoco Arch. Abate.

CAVALIERE Ten. Col. Dott. Marco D’ALEO
Nato a Roma e residente a Milano, nel 2001 ha frequentato il 184° corso Allievi Ufficiali di Complemento presso la Scuola di Fanteria di Roma e, di seguito, il Corso Tecnico Professionale presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma. Dal 2004 al 2005 ha frequentato il 44° Corso applicativo presso la Scuola Ufficiali Carabinieri della Capitale e nello stesso anno ha conseguito la Laurea Magistrale in
Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Verona con una tesi in diritto internazionale sulle norme da applicare ai militari impiegati nelle operazioni all’estero. Il Ten. Col. D’Aleo, attualmente Comandante della 2^ Sezione del Nucleo Investigativo del
Comando Provinciale dei Carabinieri di Milano, ha ricoperto diversi incarichi (dal 2015 al 2020 è stato Comandante della Compagnia Carabinieri di Busto Arsizio) conseguendo sempre risultati di rilievo: grazie alla sua competenza, preparazione ed esperienza, unite a
non comuni doti umane, ha saputo gestire i compiti più delicati con particolare sensibilità, affrontando le situazioni con attenzione e non comune senso del dovere, con risultati di notevole efficacia ed efficienza, attestati dai numerosi encomi ed elogi conseguiti.
Nel 2013 ha pubblicato, scritto a 4 mani con la coniuge Valentina Rigano, giornalista dell’ANSA, il libro “Per sempre fedele”, che racconta la storia del Capitano dei Carabinieri Mario D’Aleo, ucciso a Palermo il 13 giugno 1983 in un agguato mafioso, insignito della
Medaglia d’oro al Valor Civile; questo eroico Ufficiale dell’Arma caduto in servizio era lo zio paterno del Ten. Col. Marco D’Aleo, fratello minore del padre Antonino. Quest’anno, in occasione del quarantennale dell’omicidio, il libro è stato aggiornato con una nuova
edizione pubblicata dalla casa editrice “Iseni Editore”.

CAVALIERE Brigadiere Gaetano D’ANTONA
Nato a Nizza Monferrato (AT) e residente a Caronno Pertusella, si è arruolato nell’Arma dei Carabinieri il 25 maggio 1990.
Ha iniziato la sua carriera presso il Comando Stazione Carabinieri di Milano Affori affiancando commilitoni con grande esperienza in ambito operativo. Il Brigadiere D’Antona dal 1995 e per 25 anni ha svolto servizio presso il Comando Tenenza di Bollate (MI) dando prova delle sue capacità investigative e portando a termine molteplici attività di polizia giudiziaria che hanno permesso l’arresto di spacciatori e rapinatori, nonché di persone coinvolte in reati di maltrattamento familiare, tentati omicidi e violenze. Nel 2018 ha partecipato al Corso per l’attestazione permanente alle Missioni di Pace all’estero e dall’anno successivo presta servizio presso il Comando Tenenza di Paderno Dugnano. Numerosi sono gli elogi e i riconoscimenti conseguiti durante la sua carriera. In particolare si evidenzia che il 5 giugno 2012 a Roma, durante la 198^ Celebrazione della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri, gli è stata conferita la Medaglia d’oro al Merito Civile, concessa con il Decreto del Presidente della Repubblica del 30 maggio 2012 per essersi prodigato, durante una rapina ai danni di un ufficio postale, come chiaro esempio di elette virtù civiche ed altissimo senso del dovere.

CAVALIERE Magg. Dott.Pietro LAGHEZZA
Nato a Mesagne (Brindisi) il Magg. Laghezza attualmente è Comandante della Compagnia Carabinieri di Legnano. Laureato in Giurisprudenza, nel 2003 ha frequentato il corso Ufficiali in Ferma Prefissata presso la Scuola Ufficiali Carabinieri in Roma e nel 2009, sempre nello stesso Istituto, ha frequentato il Corso per Ufficiali in Servizio Permanente. Nel corso della sua carriera ha ricoperto incarichi in diverse sedi di servizio in varie Regioni d’Italia raggiungendo sempre risultati di grande rilievo e per i quali ha ottenuto numerosi encomi, elogi e benemerenze. Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Saronno fino al 25 settembre 2021, il Magg. Laghezza durante la fase del lockdown ha coordinato i militari dipendenti operando senza limiti di orario, assistendo assiduamente la cittadinanza di quel territorio (tra i più colpiti della provincia) ed individuando i nuclei familiari più bisognosi tra quelli interessati dalla pandemia, ai quali è riuscito ad assicurare generi di prima necessità acquisiti grazie ai propri contatti con la rete dei donatori. Il Magg. Laghezza è un eccellente Ufficiale con un profondo attaccamento alle Istituzioni, apprezzato e stimato da tutti coloro con i quali è entrato in contatto negli svariati contesti operativi in cui ha lavorato.

 

Seguici sui nostri canali