Attualità
Carcere

Il calendario 2023 de La Valle di Ezechiele: il primo 100% made in carcere

"Il nostro calendario 2023 - spiega don David - nato nell'anno del terribile record delle persone che hanno ceduto alla disperazione nelle carceri italiane, vuole essere un inno alla vita, un invito tenace alla speranza, un appello al diritto di sorridere"

Il calendario 2023 de La Valle di Ezechiele: il primo 100% made in carcere
Attualità Busto Arsizio, 29 Novembre 2022 ore 09:44

Pubblicato il Calendario 2023 de 'La Valle di Ezechiele', giunto alla sua terza edizione: impreziosita dai VIP, che si sono gratuitamente concessi per lo shooting fotografico, insieme alle persone recluse nella Casa Circondariale di Busto Arsizio.

Il Calendario 2023 de La Valle di Ezechiele

Il calendario è stato ideato dalle persone detenute, iscritte al corso di fotografia di 10 lezioni, promosso da La Valle di Ezechiele in accordo con l'Area Trattamentale del penitenziario. Il corso è stato guidato dal fotografo Andrea de Amici e dall'educatore Jacopo Fantinati (in servizio presso la cooperativa). Le foto sono state scattate dalle persone iscritte al corso, dietro la sapiente guida di Andrea. Il calendario è stato stampato dalla cooperativa Zerografica, che opera nel carcere di Bollate. L'unico calendario 100% 'Made in Carcere'.

Da Adriana Volpe a Jo Squillo

La conduttrice TV Adriana Volpe si è fatta promotrice presso amici del mondo dello spettacolo di una sensibilità, diventata voglia di esserci e partecipare al calendario 2023 de La Valle di Ezechiele.

calendario3
Foto 1 di 2
calendario2
Foto 2 di 2

Il contatto è nato da un'esperienza professionale di don David, cappellano dell'istituto e ideatore della cooperativa, nel programma 'Ogni mattina', da lei diretto nel 2021 su Tv8.

Adriana ha coinvolto Debora Villa, Jo Squillo, Patrick Ray Pugliese, Marco Maddaloni, Martina Tammaro, Erika Mattina.

Un calendario per Very Important People

"Le persone considerate 'veramente importanti' hanno varcato i cancelli dell'istituto di pena per dire al mondo che o ci importa veramente delle persone che stanno scontando i loro debiti con la giustizia o non li salviamo più - spiega don David - Le persone carcerate soffrono di uno stigma che non le abbandonerà mai. La solitudine e la disperazione stanno seminando morte volontaria come non mai nella storia delle patrie galere della repubblica (superato ad oggi il numero di 80 suicidi). I nostri VIP sono venuti a generare un'inversione di tendenza, a far sentire importanti le persone, a far capire che la stessa società che li ha condannati li attende, per una vita nuova, diversa, migliore. Sono venuti a dire che le persone in carcere sono e hanno da essere 'veramente importanti' per noi tutti".

Speranza e sorrisi

Le foto descrivono un pomeriggio di settembre alquanto insolito per la vita dalla casa circondariale. Il genere fotografico dei calendari 'di galera' è prevalentemente rivolto a descrivere la situazione drammatica della vita carceraria. Anche i due precedenti calendari erano in questa linea editoriale.

"Il nostro calendario 2023 - continua il don - nato nell'anno del terribile record delle persone che hanno ceduto alla disperazione nelle carceri italiane, vuole essere un inno alla vita, un invito tenace alla speranza, un appello al diritto di sorridere. E poter sognare una vita buona, serena, felice. Per tutti. Anche e soprattutto per chi ha commesso errori nella vita".

Per acquistare il calendario de La Valle di Ezechiele basta andare sul sito della cooperativa, nella sezione dedicata (https://www.lavallediezechiele.org/cosa-facciamo/#calendario) e cliccare sul pulsante 'Prenota'. Si potrà riceverlo a casa, tramite spedizione (piego di libri). Viene suggerita la cifra di 10€ a calendario.
Seguici sui nostri canali