Attualità
feste e salute

I consigli del nutrizionista per "salvare la linea" tra pranzi e cenoni

Il periodo delle feste potrebbe "regalare" un aumento di peso di uno o due chili. Ecco qualche consiglio per restare in linea senza rinunciare alla buona tavola

I consigli del nutrizionista per "salvare la linea" tra pranzi e cenoni
Attualità Varese, 23 Dicembre 2022 ore 11:56

Nutritienda.com offre dei consigli per prenderti cura della tua linea senza rinunciare al piacere dei pasti natalizi.

Feste all'ingrasso: occhio alla linea, previsti aumenti di 1-2kg

Le feste natalizie possono essere un terreno pericoloso per la salute e quasi sempre lo sono per il nostro peso. Ingrassiamo non solo per colpa delle feste ma anche perché durante la stagione invernale il nostro corpo ha bisogno di immagazzinare più calorie. Nei mesi freddi tendiamo a mangiare di più per avere a disposizione maggiore energia: è un istinto atavico che ci porta a prevenire la fame nei momenti in cui il cibo può presumibilmente scarseggiare.

D'altra parte, ci nutriamo in modo diverso quando scendono le temperature e ci muoviamo di meno. Come se non bastasse, con l'arrivo del Natale arrivano le riunioni in famiglia, le serate con gli amici, le cene aziendali...e approfittiamo del "è solo un giorno".

In base ai dati a disposizione di www.nutritienda.com, l'azienda online leader dei prodotti di salute e bellezza, nel periodo natalizio di solito ingrassiamo 1-2 Kg.

I rischi dell'aumento di peso

L'aumento di peso può comportare problemi di salute poiché ci sono persone a rischio che soffrono di malattie, colesterolo e pressione alti, che devono stare più attenti a ciò che mangiano. Gli attacchi cardiaci e gli incidenti cardiovascolari si verificano maggiormente nel mese di dicembre, con il 10% di casi in più rispetto al resto dell'anno. Ciò è dovuto a un aumento della pressione provocato da vari motivi come lo stress, l'alcool, i contrasti familiari, un consumo eccessivo di sodio, zuccheri, grassi...e l'eccesso di cibo: gli eccessi possono quadruplicare la possibilità di avere problemi circolatori.

Dopo un pasto ricco di grassi dannosi di solito aumenta il livello dei trigliceridi, che hanno una connessione diretta con gli attacchi cardiaci. Inoltre, il consumo eccessivo di alcool può causare aritmie e aumentare il rischio di cadute o incidenti.

Anche se è abbastanza complicato dimagrire durante le feste, possiamo mantenere il nostro peso, dobbiamo solo avere la determinazione necessaria per resistere durante le tre settimane di questo periodo ad “alto rischio”; in caso contrario, è possibile che i piccoli aumenti di peso delle feste natalizie si accumulino e che sia più difficile eliminarli.

I consigli del nutrizionista

1. Realizzare maggiore attività fisica
Sappiamo che mangeremo alimenti insoliti e in maggiore quantità, perciò è importante dedicare più tempo all'attività fisica durante questo periodo.
Oltre agli esercizi abituali, prima della cena della vigilia possiamo fare una passeggiata; ballare la sera di Capodanno e uscire dopo il pranzo del 1º gennaio per fare una lunga passeggiata...dobbiamo ricordare che 20 minuti di esercizi sono sempre meglio di niente.

2. Non saltare i pasti
È un errore comune evitare il pranzo perché è prevista una grande cena: ciò aumenta la sensazione di fame e la possibilità di esagerare a cena, per non parlare del fatto che non è salutare avere fame durante il giorno. Dobbiamo seguire la solita alimentazione con la colazione, il pranzo, la cena e se è un'abitudine, anche la merenda.

3. Seguire gli stessi orari
I livelli di zucchero nel sangue si mantengono stabili quando l'apporto giornaliero è regolare. Non dobbiamo rompere questo schema benefico per l'organismo ma se durante le feste non è possibile stabilire o rispettare gli orari del pranzo e della cena, è consigliabile mangiare qualcosa negli orari in cui siamo abituati a farlo: un toast di pane integrale con formaggio o tacchino, un uovo sodo, un frutto...anche se il pranzo o la cena sono previsti dopo un'ora, perché in questo modo mangeremo meno e non arriveremo a tavola famelici.

4. Dormire a sufficienza
È dimostrato che le persone che dormono poco o male tendono a mangiare di più: se abbiamo dormito poco o esiste la possibilità di andare a dormire molto tardi, è una buona idea fare un pisolino.

5. Rispettare il nostro piano alimentare
Non dobbiamo compensare i cenoni saltando i pasti: se è prevista una cena abbondante gli altri pasti della giornata devono essere piatti sani con fibre, proteine, grassi salutari e non eccessivamente calorici, come l'avocado, il salmone o le noci. Nelle giornate di festa dobbiamo continuare a seguire la raccomandazione di mangiare cinque porzioni di frutta e verdura al giorno.

Se mangiamo molta carne durante i pranzi in famiglia e i cenoni, dobbiamo combinarla con le verdure, che aumentano il senso di sazietà mentre nei giorni in cui non abbiamo eventi importanti dobbiamo mangiare pesce e legumi, cercando di evitare i dolci e l'alcool.

6. Non è necessario provare tutto
Quando ci sono riunioni di famiglia o tra amici non mancano mai le insalate, molluschi e frutti di mare, carne o pesce al forno...quindi è possibile scegliere piatti sani ed evitare quelli più grassi o le salse. Se vogliamo assaggiare qualche nuova ricetta, che sia solo un assaggio.

7. Mangiare lentamente
Così come dobbiamo contare fino a 10 prima di arrabbiarci, anche durante i pranzi in famiglia è meglio andare piano: il cervello impiega 20 minuti per registrare che lo stomaco è pieno. Se mangiamo lentamente assaporando il cibo, ci godremo di più il pranzo e sicuramente non finiremo il secondo e il dolce.

8. Se portiamo qualcosa da mangiare, che sia salutare
In alcune celebrazioni familiari può capitare che ci chiedano di portare qualcosa da mangiare: optiamo per delle deliziose lasagne di spinaci , degli asparagi o un piatto a base di alimenti sani.

9. Anche le bevande sono importanti
L'assunzione di alcool, oltre a far sparire i buoni propositi di non esagerare con il cibo, aumenta l'apporto calorico e gli zuccheri e inoltre stimola l'appetito. Se accompagniamo il pasto con il vino o uno spumante, dobbiamo sempre avere a portata di mano un bicchiere d'acqua, da alternare con l'alcool: l'acqua naturale o frizzante è la miglior compagnia per una buona celebrazione. Le bibite frizzanti e i succhi di frutta zuccherati non sono l'opzione più salutare.

10. Attenzione ai dolci
I dolci sono i protagonisti di queste feste: torroni, panettoni, pandori, cioccolatini...hanno troppe calorie concentrate; dobbiamo provare a non eccedere e preferire frutta fresca o noci. Gli infusi sono un modo eccellente per terminare il banchetto.

11. Non accumulare gli avanzi
Se la festa avviene in casa nostra, è importante organizzarsi con le porzioni e le quantità in modo che non avanzi troppo cibo: se al termine della riunione rimane molto cibo, possiamo regalare agli invitati i dolci e gli alimenti che fanno ingrassare di più, in questo modo evitiamo di avere tentazioni in casa.

12. Avere una motivazione che vada oltre il peso
È normale perdere un po' di vista le abitudini alimentari nel periodo tra dicembre-inizio gennaio ma non bisogna dimenticare che le celebrazioni durano solo cinque giorni, non un mese: non dobbiamo essere ossessionati dal peso ma vivere e assaporare i momenti di festa con equilibrio, senza abbandonare tutte le abitudini connesse all'alimentazione e allo sport.

Seguici sui nostri canali