Attualità
Tradate

I bersaglieri tradatesi ricordano le Battaglie di Natale: in dono, la piastrina di Alessandro Sanga

Al termine della messa e degli onori al Cippo, il Gruppo Storico ha consegnato alla famiglia del bersagliere Sanga la sua piastrina che era andata dispersa alla sua cattura in Russia

I bersaglieri tradatesi ricordano le Battaglie di Natale: in dono, la piastrina di Alessandro Sanga
Attualità Tradate, 09 Dicembre 2022 ore 12:59

Sabato 3 dicembre, la sezione Bersaglieri di Tradate ha organizzato la tradizionale Commemorazione delle Battaglie di Natale sul fronte Russo nella Seconda Guerra Mondiale.

I bersaglieri ricordano le Battaglie di Natale

La cerimonia è iniziata con la Santa Messa celebrata da don Silvano Lucioni nella chiesa parrocchiale di Santo Stefano a Tradate, alla presenza delle autorità civili rappresentate dal sindaco Giuseppe Bascialla, il vicesindaco Franco Accordino, l’assessore Marinella Colombo e il Comandate della Polizia locale (e bersagliere) Claudio Zuanon.

Presenti inoltre il Presidente Regionale A.N.B. Lombardia Cavalier Bersagliere Moresco, il Generale Bersagliere Campopiano ultimo comandante del 3° Reggimento a Milano, le sezioni A.N.B. Varesine di Morazzone, Saronno, Varese con i loro Presidenti e la sezione di Montecatini Terme (PT) gemellata con Tradate, rappresentata dal suo vicepresidente Mattarozzi.

Con loro, anche il Gruppo Storico Tre Leoni con le divise del secondo conflitto mondiale ed un gruppo di Bersaglieri in mimetica che hanno
partecipato alla Missione di Pace in Somalia.

Il ricordo al Cippo del 3° Reggimento

Prima della benedizione finale, il Bersagliere Macalli ha recitato a memoria la preghiera del Bersagliere a cui ha fatto seguito il silenzio, magistralmente suonato dal Bersagliere Vescio che ha concluso la celebrazione con l’Ave Maria.

Al termine della Messa, in ordine sparso e sotto una bella pioggia, i presenti si sono spostati al Cippo 3° Reggimento dove sono stati resi gli Onori ed è stato depositato un segno floreale durante l’esecuzione del silenzio.

La piastrina di Sanga torna a casa

Da ultimo, un momento toccante: il figurante del Gruppo Storico Gilardi ha dato al Tenente Colonnello Bersagliere Castiglia la piastrina del bersagliere Sanga Alessandro del 3° Rgt. reduce della campagna di Russia; lo stesso l’ha poi consegnata come ricordo ai suoi parenti presenti alla cerimonia.

In conclusione i saluti del Presidente di Sezione Cavalier Bersagliere Daniele Bai, del Presidente Regionale Cavalier Bersagliere Moresco e del sindaco.

"Il motto del gruppo è UT MEMORIA REVIVISCAT, affinchè il ricordo riviva - ha ricordato dal Gruppo Storico il Bersagliere Gilardi - Rievochiamo per ricordare, ricordiamo per non ripetere. Quest'anno ricorre anche il decimo anniversario del Cippo, inaugurato il 2 settembre 2012, oltre al ricordo delle Battaglie di Natale e di Tutti i Caduti nei vari conflitti.

Il Bersagliere Alessandro Sanga del 3° Rgt. fu fatto prigioniero il 21 dicembre 1942 nella zona di Mescov ed è li, che durante la perquisizione, gli era stata strappata la piastrina.

Al termine della guerra fece ritorno a casa purtroppo senza la sua piastrina di riconoscimento. I ringraziamenti vanno all'amico Riccardo che, mettendomi in contatto con la Signora Enia e poi con la famiglia, hanno fatto si che durante la cerimonia sia stata possibile la restituzione della piastrina alla figlia Signora Sanga Luciana di Cuasso".

Seguici sui nostri canali