Attualità
Guardie Ecologiche

Giornata delle GeV, in 400 al Parco delle Groane

Premiati enti e volontari di tutta la Lombardia impegnati quotidianamente per la tutela dell'ambiente e della biodiversità

Giornata delle GeV, in 400 al Parco delle Groane
Attualità Groane, 25 Ottobre 2021 ore 13:00

Erano oltre 400 le Guardie Ecologiche Volontarie (Gev) provenienti da 44 enti organizzatori dalle provincie, dai parchi, dalle comunità montane, che hanno partecipato alla "Giornata delle Guardie ecologiche volontarie della Lombardia".

Giornata delle GeV, appuntamento alle Groane

La giornata è stata un’occasione importante per celebrare il riconoscimento del loro ruolo da parte dell’assessore regionale all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo.

“La sostenibilità ambientale, così come la diffusione di una cultura attenta all’ambiente, alla tutela della biodiversità e alla riduzione dell’inquinamento – ha affermato l’assessore Cattaneo – sono al centro delle politiche regionali, nazionali ed europee. Ho potuto constatare il lavoro appassionato e l’attivismo delle Gev nelle attività di educazione ambientale, di accompagnamento dei cittadini in percorsi di conoscenza della biodiversità e di vicinanza ai cittadini e collaborazione con le istituzioni durante l’emergenza sanitaria. Un lavoro che gli enti hanno saputo valorizzare”.

Una giornata, quella dedicata alle GeV, istituita dalla Regione per valorizzare l'operato dei volontari e rafforzare il loro spirito di appartenenza legando centinaia di esperienze a salvaguardia dell'ambiente e a tutela della biodiversità.

“In questi due anni – ha concluso l’assessore – si sono candidati parecchi cittadini e giovani a diventare Guardie ecologiche volontarie: 92 nuove leve che hanno superato l’esame di ammissione del 2021, 324 aspiranti nuove leve in corsi attivati in questi due anni, 8 enti che hanno avviato corsi nel 2021 e altri che li hanno in previsione. I numeri sono andati oltre le aspettative che avevamo dopo l’approvazione della nuova legge di riordino, pensata per rilanciarne il ruolo, a dimostrazione della validità del nuovo strumento normativo messo in campo”.

7 foto Sfoglia la gallery

I numeri delle GeV

Sono oltre 2000 le Guardie Ecologiche Volontarie presenti sul territorio della Lombardia. Gli enti organizzatori del servizio sono invece 62: 18 Parchi regionali, 9 Province, la Città metropolitana di Milano, 21 Comunità montane, 7 Comuni capoluogo di provincia e 6 Comuni associati. In Lombardia, questo servizio è stato istituito già nel 1980 ed è disciplinato dalla Legge regionale n. 9/2005, così come modificata dalla l.r. 12 del 21 maggio 2020.

Le attività

Le Gev hanno il compito di salvaguardia dell’ambiente e favoriscono la partecipazione dei cittadini alla difesa del patrimonio naturale e paesistico. Si occupano principalmente della vigilanza ecologica, della vigilanza sull’ambiente, tutela della biodiversità, segnalazione di comportamenti contro l’ambiente, collaborazione con le autorità in occasione di disastri ambientali.

Premiate le GeV dell'anno

Durante l’evento l’assessore Cattaneo ha premiato per la prima volta le Gev dell’anno:

  • Gianfranco Grasseni (deceduto) Comunità Montana Laghi Bergamaschi – Per 30 anni consecutivi si è occupato delle operazioni di salvataggio degli anfibi e in particolare dei rospi ‘Bufo bufo’ lungo le sponde del Lago di Endine (BG), organizzando e gestendo volontari intervenuti durante la fase di migrazione. Svolgeva anche attività di educazione ambientale nelle scuole della valle per far conoscere ai bambini il mondo degli anfibi; la sua attività tra i piccoli era talmente conosciuta da guadagnarsi il simpatico nomignolo di ‘Papà Rospo’.
  • Gianmarco Bartesaghi, Parco delle Groane – Costante dedizione al servizio nella totalità dei suoi compiti: parte del gruppo di coordinamento dei volontari; di servizio ben oltre quello definito nella legge (circa 1000 ore all’anno); segue regolarmente l’utilizzo delle fototrappole in uso per gli scarichi abusivi di rifiuti; si rende disponibile per monitoraggi e censimenti naturalistici sul territorio.
  • Milena Villa, Parco Montevecchia e Valle del Curone – Dal 2004 segue e integra con un lavoro praticamente quotidiano l’archivio floristico online del Parco, contenente 1092 schede di specie presenti nel Parco ed è a disposizione di tutti all’indirizzo: https://flora.parcocurone.it/flora/
  • Marco Pomina, Parco Spina Verde – Presente dal 2001, con una media di 600 ore annuali è il punto di riferimento di tutte le altre GEV ed è una risorsa indispensabile per il Parco su tutte le attività in programma. Organizza dal 2004 passeggiate serali estive alla scoperta del parco e della natura.
  • Eva Pinardi, Provincia di Pavia – Guardia impegnata costantemente da oltre 10 anni, sempre disponibile a effettuare il servizio anche durante i periodi di lockdown, sia sul territorio, sia in ufficio per il coordinamento delle attività, e per il costante impegno per i progetti di educazione ambientale in continuo aggiornamento da presentare nelle scuole.

Premi ai più giovani

Sono poi stati consegnati i premi alle 5 guardie più giovani, indicate dagli enti organizzatori, al fine di sottolineare l’importanza delle nuove leve: Nicola Della Torre – Comunità Montana Sebino Bresciano; Daniele Luca Fiore – Comune di Cremona; Simone Lorenzano – Comune di Inverno e Monteleone; Gaspare Safina – Comune di Milano; Martina Ragazzini – Parco Nord Milano.

Impegno contro il Covid

Sono stati infine consegnati riconoscimenti a otto enti, che hanno svolto azioni significative ed esemplari durante l’emergenza sanitaria:

  • Comune di Como – consegna delle mascherine; presidio dei parchi pubblici e aree comunali soggette ad assembramenti; call center organizzato dall’ufficio rifiuti per programmare l’accesso su appuntamento alla piattaforma ecologica e presidio della piattaforma ecologica; affissione cartelli per chiusura/riapertura parchi e giardini pubblici e contestuale controllo aree verdi non recintate.
  • Parchi Locali di Interesse Sovracomunale (PLIS) del Po e del Morbasco – monitoraggio dei parchi e supporto alla Polizia Locale per controllo assembramenti; Presidio di parchi e aree verdi per contrastare l’abbandono di rifiuti e il degrado.
  • Comune di Milano – Attività di accompagnamento di un ragazzo autistico presso un parco cittadino quale momento di svago e al contempo di alleggerimento per la madre sola, provata dalla prolungata restrizione in casa.
  • Parco Campo dei Fiori – Servizio svolto regolarmente anche in fase pandemica, in particolare per monitoraggio zone colpite da nubifragi e tempesta Alex.
  • Parco delle Groane - Servizio sempre effettuato in presenza sul territorio. Garantito pronto intervento per incendi boschivi. Collaborazione nelle province di Milano, Monza Brianza e Como per supporto attività negli hub vaccinali.
  • Parco Montevecchia e Valle del Curone - Pattugliamenti per mantenere la chiusura dei sentieri, come da ordinanze comunali; Monitoraggio presenza del lupo, in collaborazione con i Carabinieri Forestali.
  • Parco Nord Milano – Supporto alle famiglie in fase di lockdown per consegna viveri e buoni spesa; Supporto per misurazione temperature nei supermercati; Supporto al centro telefonico della CRI; Attività di Protezione Civile; Attività come volontari nelle RSA; Supporto ai Centri di vaccinazione; Una Gev del Parco ha prestato servizio all’ospedale da campo di Bergamo dalla prima emergenza come persona di contatto tra malati e famigliari. Nella seconda ondata, è stata poi inviata nelle Regioni Campania, Basilicata e Molise, raggiungendo i piccoli nuclei montani per la campagna vaccinale.
  • PLIS Media Valle del Lambro – Supporto al Centro Operativo Comunale di Sesto San Giovanni; Servizio d’ordine presso i cimiteri comunali di Sesto San Giovanni; Servizio d’ordine, di accoglienza e assistenza presso i centri vaccinali in comune di Sesto San Giovanni