Fauna selvatica

Emergenza cinghiali, Federcaccia: "Specie invasive cresciute, siamo a disposizione"

Il Presidente provinciale Speroni: "Siamo consapevoli di non essere l’unica soluzione del problema e siamo disponibili, se ci sarà consentito, fare di più"

Emergenza cinghiali, Federcaccia: "Specie invasive cresciute, siamo a disposizione"
Attualità Varese, 08 Luglio 2021 ore 16:10

Agricoltori e Regione chiamano, Federcaccia risponde. E si mette a disposizione per fare la sua parte contro l'emergenza cinghiali che dopo un anno e mezzo di attività di contenimento sospese e ridotte si fa sempre più pressante.

Di seguito il comunicato stampa del presidente provinciale della Federcaccia Provinciale di Varese Giuseppe Speroni.

Emergenza cinghiali, Federcaccia: "Non siamo l'unica soluzione ma disponibili a fare di più"

In occasione della manifestazione Nazionale organizzata dalla Confederazione Nazionale Coldiretti, la Federcaccia Provinciale di Varese ribadisce la centralità del ruolo del cacciatore come gestore della fauna e si unisce alla richiesta di soluzioni condivise per risolvere o almeno contenere il problema emergenziale della fauna invasiva per tutelare il comparto agricolo, ma anche per la sicurezza e la salute dei cittadini.

Federcaccia si auspica che venga intrapreso finalmente un percorso organico e condiviso per la reale gestione di tutta la forma selvatica, specie quella più problematica rappresentata dal cinghiale, per mettere al centro la salvaguardia del lavoro del mondo agricolo. Considerato che a causa del Covid lo scorso anno l’attività venatoria ha avuto un marcato ridimensionamento, oggi ci troviamo a registrare un significativo incremento delle specie invasive.

Come Federcaccia assieme a tutti i cacciatori siamo consapevoli di non essere l’unica soluzione del problema e siamo disponibili, se ci sarà consentito, fare di più. Come Sezione Provinciale abbiamo voluto concretizzare il nostro impegno organizzando recentemente un corso per ottenere la qualifica di Operatore Abilitato al Controllo degli Ungulati, che ha riscontrato una notevole partecipazione di cacciatori volontari che, una volta abilitati, saranno a disposizione della Polizia Venatoria Provinciale per interventi mirati.

Siamo pronti come sempre a fare la nostra parte, continuando a mettere in campo esperienza, organizzazione, conoscenza e preparazione, sempre al fianco degli agricoltori per la salvaguardia e la valorizzazione dell’ambiente rurale e nell’interesse della società.

Il Presidente Provinciale FIDC Varese
Arch. Giuseppe Speroni