Attualità
il progetto di mobilità dolce

Ciclovia del Lago Maggiore: al via gli espropri

L’intera ciclovia del Lago Maggiore è una delle dorsali ciclopedonali della provincia di Varese

Ciclovia del Lago Maggiore: al via gli espropri
Attualità Alto Milanese, 25 Gennaio 2023 ore 09:34

Con l'avvio degli espropri parte ufficialmente la realizzazione della ciclovia sul Lago Maggiore che permetterà di connettere tutta la sponda lombarda del lago.

La via la ciclovia del Lago Maggiore

È disponibile da oggi l’avviso di avvio del procedimento unico di esproprio e di deposito degli atti relativo al progetto definitivo del tratto specifico Mercallo – Golasecca – Sesto Calende – Angera della pista ciclopedonale del lago Maggiore sul sito istituzionale della Provincia di Varese, sul BURL, sull’albo pretorio dei Comuni di Angera (VA), Golasecca (VA), Mercallo (VA) e Sesto Calende (VA) (ai sensi dell’art. 16 del D.P.R. 327/01, della legge 241/90 e della L.R. 9/2001 e s.m.i.).

Il progetto è finalizzato alla realizzazione del primo tratto della ciclovia del Lago Maggiore e
consentirà di creare nei Comuni di Mercallo e di Sesto Calende un collegamento ciclopedonale tra
il Lago Maggiore e la dorsale ciclopedonale del Lago di Comabbio e di Varese (laghi Varesini); nei
Comuni di Golasecca e di Sesto Calende un collegamento ciclopedonale tra il lago Maggiore e la
dorsale ciclopedonale del fiume Ticino ed infine nei Comuni di Sesto Calende ed Angera un
percorso ciclopedonale che lungo la SP 69 permetterà di raggiungere in sicurezza il polo turistico di
Angera.

Una ciclovia per tutta l'area di Varese

L’intera ciclovia del Lago Maggiore è una delle dorsali ciclopedonali della provincia di Varese,
d’interesse strategico per lo sviluppo della mobilità lenta di tutta la Regione Lombardia in quanto,
in uno scenario di lungo periodo, consentirà ai suoi utenti di percorrere in modo sicuro e
sostenibile la sponda lombarda del Lago Maggiore. Si potrà poi proseguire lungo la dorsale
ciclopedonale delle valli del Verbano (Valcuvia) e la rete ciclopedonale ticinese e, a sud, lungo le
dorsali ciclopedonali dei laghi Varesini (Lago di Comabbio e di Varese) e del fiume Ticino e della
città metropolitana di Milano (navigli).

L'approvazione del progetto definitivo

In merito a quanto sopra, la Provincia di Varese è pertanto in procinto di approvare il progetto
definitivo del “tratto Mercallo – Angera” della pista ciclopedonale del lago Maggiore. L’approvazione del progetto definitivo dell’opera costituirà variante agli strumenti urbanistici, vincolo preordinato all’esproprio e assumerà carattere di pubblica utilità.

La realizzazione dell’infrastruttura interesserà una serie di proprietà che ricadono nei territori
comunali di Angera (VA), Golasecca (VA), Mercallo (VA) e Sesto Calende (VA). Per prendere visione dell’avviso con l’elenco dei proprietari interessati dall’opera si può consultare il sito istituzionale della Provincia di Varese al seguente link: http://www.provincia.va.it/code/103864

Come inviare osservazioni

Entro il termine di 30 giorni dalla pubblicazione di detto avviso, i proprietari delle aree ed ogni altro interessato potranno formulare osservazioni per iscritto al Responsabile del Procedimento o chiedere di essere ascoltati. Le osservazioni saranno valutate da questa Amministrazione ai fini delle definitive determinazioni da assumere con l’approvazione del progetto. Le osservazioni dovranno pervenire alla Provincia di Varese unicamente a mezzo pec al seguente indirizzo: istituzionale@pec.provincia.va.it .

Seguici sui nostri canali