Attualità
organico ridotto e pochi mezzi

Carenza di Vigili del Fuoco: l'appello al Governo

La provincia di Varese soffre di una carenza cronica di personale che si attesta attorno al 20%

Carenza di Vigili del Fuoco: l'appello al Governo
Attualità Saronno, 17 Gennaio 2023 ore 10:00

Le sigle sindacali in rappresentanza dei Vigili del Fuoco della provincia di Varese chiedono al Governo maggiori risorse per avere maggiore personale sul territorio e sopperire alle mancanze croniche che da anni affliggono il settore.

Vigili del Fuoco: ci vuole più personale

Le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative del Comando Vigili del Fuoco di Varese: FNS CISL – UIL PA VV.F e CONAPO, vogliono portare a conoscenza la grave situazione del soccorso nella  provincia. La provincia di Varese soffre di una carenza cronica di personale che si attesta attorno al 20%, senza contare la ormai mancanza totale di autisti. Alla fine di Dicembre 2022, a seguito del termine dell’emergenza COVID in ottemperanza del regolamento di servizio, sono state tolte le risorse straordinarie necessarie a garantire il dispositivo dei soccorso, sia terrestre che aeroportuale.

Durante il periodo pandemico infatti è stata autorizzata una deroga all’art. 79 del regolamento di servizio che prevede il richiamo a straordinario solo in determinate occasioni.

Gli straordinari per sopperire alle mancanze

In data 20 Dicembre 2022 il Comandante Provinciale chiedeva ai Vertici Nazionali, con una comunicazione ufficiale le risorse necessarie per sopperire a tale criticità, senza ricevere ad oggi alcuna risposta.

"Da notare che per garantire il soccorso nella provincia di Varese nell’anno 2022 sono state impiegate 2533 ore di straordinario mensili, 30.396 annuali - fanno sapere FNS CISL – UIL PA VV.F e CONAPO - Da tale data si è riscontrata una sistematica chiusura del distaccamento di Somma Lombardo, una riduzione ai numeri minimi di tutte le sedi togliendo importanti supporti come l’autobotte del distaccamento di Busto/Gallarate e una riduzione del personale presso la sede di Varese che offre il supporto con i mezzi speciali a tutta la provincia, resta inoltre spesso in bilico l’operatività del distaccamento di Saronno a volte lasciato come semplice supporto con 3-4 unità".

Malpensa sempre ben coperta

"Una sede che tuttavia non risente delle carenze è quella aeroportuale di Malpensa, infatti li il soccorso è sempre garantito. Tuttavia ci preme evidenziare che la sede aeroportuale per un accordo tra Gestore e Ministero ha una “doppia emergenza”, ovvero è presente il doppio del personale con doppi automezzi, questo per garantire in contemporanea due convogli di soccorso, al fine che se viene dichiarata un emergenza su una pista l’altra continui a operare normalmente, particolarità questa solo della sede della brughiera. Per precisione sul territorio Lombardo a dieci minuti di volo uno dall’altro vi sono 3 aeroporti con a disposizione 4 convogli di soccorso: Malpensa 2 emergenze, Milano Linate 1 emergenza, Orio al Serio 1 emergenza".

Stop alla chiusura delle sedi provinciali

"Con la presente chiediamo di non chiudere più le sedi territoriali togliendo piuttosto una delle emergenze sul distaccamento aeroportuale al fine di garantire il soccorso sulla provincia: per i vigili del fuoco non possono esistere utenti che volano di serie A e cittadini a cui brucia la casa di serie B ! Contestualmente chiediamo uno stanziamento immediato di ore a straordinario per coprire le carenze La soluzione una volta per tutte alla carenza cronica di autisti. L’assegnazione di vigili e qualificati come da pianta organica e non da ultimo la modifica del regolamento di servizio al fine di dare la possibilità a tutti i Comandanti Provinciali di richiamare a straordinario il personale per garantire i numeri minimi di
soccorso su tutte le sedi. Molte provincie soffrono della carenza di personale, se le assunzioni non riescono a colmare le carenze per lo meno venga data la possibilità di garantire uno standard di soccorso accettabile! E’ giunto il momento di dire basta ! Stufi delle pacche sulle spalle e delle medaglie ! Non stiamo chiedendo aumenti salariali o benefit stiamo semplicemente chiedendo di poter portare soccorso a chi ci chiede aiuto, in una maniera dignitosa e nella sicurezza degli stessi servitori dello Stato, che devono attendere magari ore una squadra di supporto o un’autoscala barcamenandosi come possono con spirito di abnegazione a rischio della propria incolumità !"

Nessuna autoscala per Busto Gallarate

"Il distaccamento di Busto/Gallarate è senza autoscala da più di un’anno, l’unica in servizio per tutta la provincia è dislocata nella sede di Varese. Nel solo anno 2022 i colleghi della sede di Legnano (Comando di Milano) sono venuti in supporto (quando disponibili) per ben 114 volte, situazione ormai non più tollerabileVisto quanto sopra chiediamo un interessamento unanime a tutti i livelli anche politico, al fine di sanare quanto evidenziato. Non si escludono azioni più incisive nella tutela dei lavoratori dei vigili del fuoco ma soprattutto dei cittadini!"

Seguici sui nostri canali