Attualità
Sanità

Approvato il nuovo POAS di ASST Sette Laghi

Tra le novità la nascita della SSD Disabilità, Autismo e Disturbi del Neurosviluppo adulti

Approvato il nuovo POAS di ASST Sette Laghi
Attualità Varese, 22 Settembre 2022 ore 15:07

Sette distretti, uno per ogni Piano di Zona, per suddividere il territorio di competenza dell'Asst Sette Laghi: nel nuovo POAS, la nuova organizzazione dell'azienda sociosanitaria varesina.

Approvato il nuovo POAS di ASST Sette Laghi

Sono sette i distretti in cui si articola il Polo territoriale di ASST Sette Laghi, i cui confini coincidono con gli ambiti territoriali dei Piani di Zona: uno per ogni piano di zona, enfatizzando così la stretta relazione tra l'offerta sanitarie e sociosanitaria con quella sociale di competenza degli enti locali.

E' forse questa la più grande novità introdotta dal nuovo Piano di Organizzazione Aziendale Strategico - POAS dell’ASST Sette Laghi, il documento che definisce l'assetto aziendale e le relative modalità di funzionamento, in ottemperanza alla legge regionale n. 33/2009, così come modificata dalla legge regionale n. 22/2021.

La nuova articolazione

Proprio come da indicazioni regionali, l'ASST viene ad articolarsi in due settori, il Polo ospedaliero e il Polo Territoriale, complessivamente declinati in nove Dipartimenti gestionali, sei Dipartimenti funzionali e quattro Dipartimenti interaziendali. Tra questi ultimi, in particolare, si segnala che il Dipartimento Trapianti, di nuova istituzione nel ruolo 'interaziendale', vede ASST come capofila.

In ambito amministrativo, invece, è stato istituito il Dipartimento Tecnico-Amministrativo per il coordinamento e l’integrazione delle strutture tecniche e amministrative.

Il Polo Ospedaliero

Per quanto riguarda il Polo Ospedaliero, affidato alla guida del Direttore Sanitario, si è deciso di ricondurre le discipline mediche ad un unico Dipartimento di Area medica, e lo stesso per le discipline chirurgiche, con l'istituzione del Dipartimento di Area chirurgica, con alcune significative eccezioni: tutte le specialità afferenti al distretto cardiaco e della circolazione, sono state inserite nel Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare, mentre le discipline del distretto testa-collo sono state inserite del Dipartimento di area delle Neuroscienze. Analogo principio ha ispirato la composizione del Dipartimeno Oncologico, che è diventato gestionale.

Sono stati poi istituiti due nuovi dipartimenti funzionali: il Dipartimento funzionale Clinico e di Ricerca delle Malattie Infettive, anche alla luce dell’esperienza maturata nel corso della pandemia, e il Dipartimento dell'Apparato digerente, della Nutrizione e del Metabolismo.

Novità importanti anche per il Dipartimento di area Emergenza-Urgenza, che racchiude al suo interno tutte le strutture di Anestesia e Rianimazione aziendali, e per il Dipartimento della Diagnostica per immagini e dei servizi, all'interno del quale le attività di radiologia sono state ricondotte ad una struttura per Varese e ad un'altra struttura dedicata, unica per tuttti i presidi spoke. per quanto riguarda il Dipartimento di Area materno-infantile, si arricchisce in particolare di nuove specilità dedicate all'area pediatrica, quali la Medicina materno-fetale, la Diabetologia pediatrica, la Gastroenterologia pediatrica, la Pneumologia pediatrica, l'Oculistica pediatrica, che vanno ad integrare l'attività delle specialità pediatriche già consolidate.

Infine, nell’ottica di un più efficace coordinamento e integrazione delle azioni nei presidi ospedalieri, è stato ritenuto opportuno l’accorpamento delle Direzioni Mediche in un’unica Struttura Complessa, articolata in strutture semplici.

Il Polo Territoriale

Passando al Polo Territoriale, affidato alla guida del Direttore SocioSanitario, questo settore ricomprende i sette Distretti di cui si è detto, che a loro volta comprendono Case di Comunità, Ospedali di Comunità e Centrali Operative Territoriali. Al Polo Territoriale afferiscono inoltre il nuovo Dipartimento di Cure Primarie, che consente di coordinare, promuovere e monitorare il corretto svolgimento delle attività relative al sistema delle cure primarie in stretta correlazione con i Distretti, con la prevenzione e il sistema delle cure domiciliari, e la struttura di Cure Palliative e Terapia del Dolore.

Sempre al Polo Territoriale afferisce il nuovo Dipartimento della Medicina di Genere per la salute della Donna e il Dipartimento gestionale di Salute Mentale, Prevenzione e Cura delle Dipendenze, con i relativi ambiti di afferenza: Psichiatria e disabilità psichica, Prevenzione e cura delle dipendenze, Neuropsichiatria infantile e dell’adolescenza, Psicologia clinica ospedaliera e del territorio.

Di nuova istituzione è la SSD Disabilità, Autismo e Disturbi del Neurosviluppo adulti, per garantire il coordinamento della presa in carico globale e continuativa delle persone adulte con disabilità e con disturbi dello spettro autistico.

Il Polo Territoriale si completa con la previsione del Dipartimento Funzionale di Prevenzione che opera in coordinamento con il Dipartimento di Igiene e Prevenzione di ATS Insubria, e che persegue il raggiungimento degli obiettivi strategici e operativi definiti nell’ambito della programmazione Regionale e di ATS stessa.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter