Attualità
Varese

1000 esperti per il PNRR: primo incontro a Villa Recalcati

Saranno 13 i Comuni "pilota" per la provincia di Varese. Tra questi anche Castiglione Olona, Tradate e Gorla Minore

1000 esperti per il PNRR: primo incontro a Villa Recalcati
Attualità Varese, 21 Settembre 2022 ore 14:14

Si è tenuta il 6 settembre presso la Sala Convegni di Villa Recalcati la prima riunione della cabina di regia per discutere le linee di “Progetto 1000 esperti PNRR – Regione Lombardia”.

1000 esperti per il PNRR: si parte da Varese

La Provincia di Varese ha ospitato il primo incontro nel quale la task force di Regione Lombardia ha presentato “PROGETTO 1000 ESPERTI PNRR – REGIONE LOMBARDIA”, il progetto pilota che coinvolgerà inizialmente 13 comuni della Provincia di Varese.

Orino, Brebbia, Castiglione Olona, Tradate, Varese, Brinzio, Galliate Lombardo, Induno Olona, Olgiate Olona, Viggiù, Biandronno, Gorla Minore e Saronno sono i 13 comuni pilota protagonisti di questa prima fase di supporto agli enti locali da parte degli esperti PNRR.

I Comuni pilota sono stati selezionati in quanto hanno risposto all’appello da parte di Regione e poiché facenti parte del SEAV, acronimo di “Servizio Europa di Area Vasta”, il progetto nato nell'ambito di Lombardia Europa 2020, promosso da Anci Lombardia, Regione Lombardia e Provincia di Brescia e che è ormai operativo in tutte le province lombarde. Il SEAV consente di attivare un servizio a disposizione di ogni comune, anche di piccole dimensioni, per progettare, attrarre e utilizzare al meglio le risorse messe a disposizione dall'Unione europea. I comuni pilota, inoltre, si differenziano per diversi aspetti come la dimensione territoriale, l’ubicazione, le specificità economiche, il livello di industrializzazione, per questo motivo il supporto che verrà loro servirà come modello per i Comuni che aderiranno al progetto in seguito a
questa prima fase.

123 esperti in Lombardia

123 esperti, tra i 1000 disponibili su scala nazionale, saranno operativi nelle province lombarde. Il supporto che forniranno sarà un aiuto concreto a “smaltire” le pratiche arretrate, in modo da “liberare” risorse, energie e tempo da dedicare al PNRR.

Ascolto delle esigenze, mappature dei procedimenti e rilevazione delle eventuali criticità faranno parte del supporto fornito ai Comuni, e delle varie realtà coinvolte nei progetti, con lo scopo di ridurre i tempi e i processi delle pratiche aperte. Conclusasi questa fase pilota, i 123 professionisti saranno a disposizione di ogni comune lombardo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter