Università

Qui si impara a insegnare italiano agli stranieri

Qui si impara a insegnare italiano agli stranieri
Varese, 02 Ottobre 2020 ore 17:31

All’Insubria al via la decima edizione del master online Filis.

Il master per insegnare italiano agli stranieri

Compie dieci anni il master Filis, percorso professionalizzante dell’Università dell’Insubria per chi desidera insegnare italiano agli stranieri tenendo presente la dimensione interculturale nel rapporto formativo. Lezioni videoregistrate sono disponibili online, con il supporto di tutor via mail e telefono e con incontri telematici. Il master è online per scelta ormai da anni – come spiegano dall’Università – per permettere a chiunque di seguire con le proprie tempistiche e senza doversi spostare, e questa lunga esperienza di insegnamento a distanza si rivela particolarmente preziosa nell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Riconosciuto dal Ministero dell’università e della ricerca come titolo di specializzazione in Italiano Lingua 2, Filis è valido per la partecipazione alle procedure concorsuali di cattedra classe A23. In Italia e all’estero, può essere utilizzato anche per l’insegnamento della lingua italiana in centri linguistici, scuole di lingua, istituti di cultura, enti di formazione, enti locali, associazioni e cooperative, imprese pubbliche e private.

Negli anni partecipanti anche dall’estero

Spiega Elisabetta Moneta Mazza, consulente didattica del master: «Il Filis online è nato per andare incontro alle esigenze delle tante persone che per motivi di lavoro o di lontananza non possono venire da noi. Così, abbiamo deciso di andare noi da loro, con le nostre lezioni videoregistrate. In questo modo abbiamo anche molto allargato il nostro raggio d’azione: negli ultimi anni abbiamo avuto partecipanti non solo da varie regioni d’Italia, ma anche da Francia, Svizzera, Austria, Russia e Irlanda».

“La lingua è forza creatrice di legami sociali”

 

Aggiunge Gianmarco Gaspari, docente di letteratura italiana all’Insubria e direttore del corso: «Sappiamo tutti che la pluralità delle culture si esprime attraverso le varietà linguistiche, e che sono le pratiche culturali a legittimare l’uso di una lingua. Consentire e coadiuvare l’acquisizione dell’italiano, per favorire la presenza attiva dei nuovi parlanti nel nostro contesto linguistico, vuol dire in primo luogo far sì che i nuovi parlanti possano riconoscere nell’italiano un mezzo di costruzione di conoscenza. Solo in questo modo la lingua può partecipare, come elemento tra i più attivi, al processo di democratizzazione che connota ogni convivenza civile degna di questo nome. La lingua è al tempo stesso forza creatrice di legami sociali, e vettore di mediazione per eccellenza».

Iscrizioni entro il 9 ottobre

Il master Filis dura un anno, da novembre 2020 a maggio 2021, e costa 1.490 euro. Iscrizioni online entro il 9 ottobre. Le videolezioni, pubblicate settimanalmente sulla piattaforma e-learning dedicata al corso, sono liberamente fruibili in streaming, senza vincoli d’orario. Il corso si conclude con l’esame finale (scritto, online) e la discussione della tesi di master, unica occasione in cui è richiesta la presenza fisica dei partecipanti, tranne nel caso di misure sanitarie o di impossibilità a partecipare causa eccessiva lontananza. Per ulteriori informazioni: filis@uninsubria.it. Iscrizioni: www.uninsubria.it/master-filis

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia