Altro
Tradate - Lonate Ceppino

Quasi dimezzati i contagi a Tradate e Lonate, ma la pandemia in Provincia non regredisce

Sono passati da 130 a 68. Ieri solo un positivo. Scendono anche a Lonate che si ferma a 8

Quasi dimezzati i contagi a Tradate e Lonate, ma la pandemia in Provincia non regredisce
Altro Tradate, 13 Febbraio 2021 ore 08:31

 

 

Quasi dimezzati i contagi a Tradate, ieri 12 febbraio 2020, erano 68 e un solo positivo. Stessa tendenza a Lonate che in una settimana è passata da 15 a 8 casi attivi.

 Quasi dimezzati i contagi in città

Un'inversione di tendenza sulla situazione epidemiologica in città. Dopo settimane di risalita dei contagi, arrivati a superare la soglia die 130 casi (maggiore l'incidenza di positivi in età pediatrica e infantile), nei giorni scorsi l'asticella è tornata a calare. Ieri, 12 febbraio gli attivi erano 68, quasi dimezzati rispetto a sette giorni prima e un solo nuovo caso di infezione da Covid 19. Calano anche i decessi, l'ultimo è un uomo di 74 anni con diverse patologie pregresse.

Scendono i contagi anche a Lonate

Un dato rassicurante arriva anche dalla vicina Lonate Ceppino che lunedì 8 febbraio registrava 8 persone positive tutte di età compresa tra i 50 e gli over 80 ( 4 femmine e 4 maschi).  Esattamente la metà rispetto all'aggiornamento comunale del 1 febbraio dove risultavano 15 lonatesi affetti del virus e 306 guariti, due in più rispetto alla fine di gennaio.

Un segnale positivo per Tradate e Lonate, che si discosta da quello provinciale dopo il dato settimanale evidenza un aumento nache se lieve di nuovi casi: 1121 nella settimana tra il 4 e il 10 febbraio, rispetto a 1018 di quella tra il 28 gennaio e il 3 febbraio.  Una tendenza che dimostra come la pandemia non sia affatto in regressione e che bisogna mantenere ancora alta la guardia.

 

 

La vaccinazione degli over 80

Una luce in fondo al tunnel si accende con l'avvio della campagna vaccinale. Giovedì 18 febbraio parità la vaccinazione per gli over 80 anche all'ospedale Galmarini. A partire da lunedì gli interessati potranno comunicare la volontà di essere vaccinati al proprio medico o in farmacia. In alternativa sarà possibile aderire sulla piattaforma online: si riceverà, telefonicamente o via sms, la data in cui presentarsi per la somministrazione.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter