Tecnologia e salute

L’Asst Sette Laghi lancia l’app “Vicino@Te” per i famigliari dei ricoverati

Parte la sperimentazione della nuova piattaforma degli ospedali varesini, che permetterà di inviare periodicamente informazioni alle famiglie sullo stato di salute dei loro cari ricoverati

L’Asst Sette Laghi lancia l’app “Vicino@Te” per i famigliari dei ricoverati
Altro Varese, 16 Dicembre 2020 ore 14:29

Da oggi in funzione l’app Vicino@te predisposta da ASST Sette Laghi.

Asst Sette Laghi, un’app per avvicinare degenti e famigliari

Proprio un bel regalo di Natale per i familiari dei ricoverati nelle strutture di ASST Sette Laghi. da oggi è attiva la sperimentazione di Vicino@te, una web/App che consente in modo semplice le comunicazioni tra i parenti a casa, gli operatori sanitari ed i pazienti ricoverati. La difficoltà nel ricevere notizie sanitarie ed inviare messaggi ai parenti ricoverati è infatti un problema reso oggi ancora più sentito dalla proibizione di accedere ai reparti e di visitare i ricoverati a seguito dell’emergenza Covid.

Una piattaforma per tutti

“Vicino@TE – dice l’ingegnere Mario Fregonara Medici, Responsabile Sistemi Informativi di ASST Sette Laghi – è uno strumento pensato per rispondere alla preoccupazione dei familiari di essere informati sull’evoluzione clinica del proprio caro ricoverato ed all’esigenza dei parenti di far percepire la loro vicinanza anche da remoto. Abbiamo realizzato una piattaforma digitale che consente anche ai molti pazienti che non hanno con sé uno smartphone oppure che non sono nelle condizioni cliniche di utilizzarlo, di comunicare con i propri parenti”.

Covid e non solo

La piattaforma, di utilizzo facile ed intuitivo, permette ai familiari dei pazienti ricoverati, in isolamento nei reparti Covid-19 oppure non autonomi nel comunicare con i parenti, di ricevere o richiedere informazioni sullo stato di salute del proprio caro ed anche di inviargli delle dediche o messaggi o immagini di sostegno e di affetto. La piattaforma non permette solo la classica videochiamata, fino ad ora gestita con sistemi “artigianali”, ma anche lo scambio di messaggi o domande tra il familiare e gli operatori di reparto.

La sperimentazione, dove

Nella prima fase sperimentale di attuazione il servizio sarà disponibile solo nei seguenti reparti:

  • Osservazione 1 – Ospedale del Circolo di Varese
  • Medicina 1 est – Ospedale del Circolo di Varese
  • Gastroenterologia – Ospedale del Circolo di Varese
  • Chirurgia Generale Oncologica e Mininvasiva – Ospedale del Circolo di Varese
  • Neonatologia – Ospedale Del Ponte di Varese
  • Terapia Intensiva Neonatale – Ospedale Del Ponte di Varese
  • Pediatria – Ospedale Del Ponte di Varese
  • Cardiologia – Ospedale Galmarini di Tradate
  • UTIC – Ospedale Galmarini di Tradate

In seguito verrà estesa a tutti i reparti di tutti i presidi.

Come funziona

Il familiare si accredita nel momento del ricovero del congiunto a Vicino@TE digitando direttamente sul browser vicinoate.asst-settelaghi.it e comincia a ricevere messaggi sullo stato di salute del proprio caro, di norma uno al giorno. A seconda dell’evoluzione clinica del paziente, si potrà conoscere lo stato del paziente, gli operatori sanitari potranno inviare comunicazioni al familiare, chiamarlo o anche organizzare videochiamate con le stesse modalità ormai conosciute alla maggior parte degli italiani. I familiari possono anche mandare al proprio caro ricoverato delle “dediche”, messaggi e foto di incoraggiamento.

“Abbiamo voluto dare una risposta ad un’esigenza molto sentita dagli utenti – sottolinea Ivan Mazzoleni, Direttore Socio Sanitario di ASST Sette Laghi – e al tempo stesso facilitare il compito dei nostri operatori di reparto spesso in difficoltà davanti alle richieste dei familiari di contatto con i propri cari ricoverati. Con questo strumento – prosegue Mazzoleni – si consente l’accesso anche ai degenti che non hanno con sé un telefonino di ultima generazione e le attività di comunicazione si spalmano su tutto l’arco della giornata facilitando il lavoro degli operatori sanitari”.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità