Centinaia di mani per “fare” un futuro migliore: Abbiate si accende con l’Albero del Riuso VIDEO E FOTO

Un simbolo di rinascita per tutta Abbiate e la sua comunità.

09 Dicembre 2019 ore 19:11

Illuminato ieri, domenica 8 dicembre, l’Albero del Riuso realizzato dai Giovani Abbiatesi con gli alunni della scuola Dante.

Albero del Riuso e Abbiate in festa per Natale

Le mani dei bambini dell’elementare Dante a comporre un albero che unisce cielo e terra. Sempre più spettacolare, anno dopo anno, l’Albero del Riuso realizzato dal gruppo dei Giovani Abbiatesi e installato alla fine di via Veneto. Un albero simbolo non solo del Natale ma di rinascita. Anzi, di tante rinascite: quella del Natale, ovviamente ma anche quella dei materiali riciclati usati ogni anno per comporlo. E soprattutto, quella di Abbiate Guazzone, tutta presente in centro per la festa di domenica.

Il momento dell’accensione dell’Albero del Riuso 2019:

Dal presepe all’albero

Più che magia del Natale, quella andata in scena ieri è la magia di Abbiate: una comunità che non si arrende e lavora insieme per regalare bellezza. Così, mentre ormai da alcuni anni a chi parla di Abbiate come di un centro (o una frazione) “brutta” di Tradate via social si risponde con l’hashtag #ilbellodiabbiate, domenica il centro si è riempito di bancarelle di hobbisti e associazioni, bambini e famiglie. E se l’evento clou è stato certo l’accensione dell’Albero del Riuso, al secondo posto c’è stata certamente l’inaugurazione con tanto di benedizione, del presepe in legno realizzato dagli Amici dell’Asilo di Abbiate Guazzone costruito nell’area verde di piazza Unità d’Italia e “itinerante” sulle rotonde abbiatesi.

Babbi Natale, pastore Gelindo e i Giovani Abbiatesi

Un centro dato troppo spesso per morto tornato a vivere tra laboratori, giri in carrozza, giochi, Babbo e Mamma Natale. Merito soprattutto delle associazioni, degli Amici dell’Asilo, degli alpini e dei Giovani Abbiatesi.

I ringraziamenti li ha fatti tutti l’anima dell’Albero del Riuso, Antonia “Tota” Vanzini, davanti all’installazione insieme all’assessore alla cultura Erika Martegani, al vicesindaco Franco Accordino e al sindaco Giuseppe Bascialla: “L’Albero è frutto di due fattori: il primo, il più importante, sono i bambini della scuola Dante. Il secondo sono le persone che di notte creano l’Albero del Riuso, che nasce per sensibilizzare i bambini ma anche gli adulti sul tema non solo del riciclo ma anche della rinascita e dello stare insieme. Nella finestra sul mondo ‘aperta’ in mezzo all’albero abbiamo voluto mettere due bambini che tengono in mano l’infinito: perchè noi speriamo che il mondo per voi sia infinito, e possiamo farcela se ci impegniamo tutti insieme”.

L’intervento di Antonia Vanzini prima dell’accensione:

Il servizio completo con tutte le foto su La Settimana di Saronno in edicola da venerdì 13 dicembre.

LEGGI ANCHE: Babbo Natale Running, Natale in corsa a Tradate VIDEO E FOTO

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia