Menu
Cerca
Castiglione Olona

A Palazzo Branda la mostra fotografica di Luigi Amati

L'esposizione sarà allestita fino a domenica 11 luglio 2021 ed inserita nel percorso di visita del Museo Branda Castiglioni.

A Palazzo Branda la mostra fotografica di Luigi Amati
Altro Tradate, 05 Giugno 2021 ore 14:16

Mostra fotografica "LUOGHI AMATI: paesaggi e architetture in provincia di Varese" fino all'11 luglio a Palazzo Branda Castiglioni

A Palazzo Branda in mostra Luigi Amati

Appuntamento domenica 6 giugno alle  10.30 nelle sale espositive di Palazzo Branda Castiglioni (Piazza G. Garibaldi) sarà aperta al pubblico la mostra fotografica "LUOGHI AMATI: paesaggi e architetture in provincia di Varese", collettiva curata da Claudio Argentiero che ripercorre la bellezza e la magia della provincia di Varese attraverso scatti intimi, personali e talvolta inediti.

E' inserita nel Festival Fotografico Europeo

Organizzata da AFI - Archivio Forografico Italiano e promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Castiglione Olona, la mostra è inserita nel programma 2021 del "Festival Fotografico Europeo", progetto culturale ed artistico dedicato alla fotografia storica, moderna e contemporanea che vede importanti autori del panorama nazionale ed internazionale a confronto attraverso un ricco programma che coinvolge diverse realtà del territorio provinciale.

La mostra sarà allestita fino a domenica 11 luglio 2021 ed inserita nel percorso di visita del Museo Branda Castiglioni (biglietto valido anche per il Museo Arte Plastica).

LUOGHI AMATI: paesaggi e architetture in provincia di Varese dal 6 maggio all'11 luglio 2021 a Castiglione Olona (VA)
Palazzo Branda Castiglioni (Piazza G. Garibaldi)
Orari: dal martedì al sabato 9.00>11.30 - 15.00>17.30 – domenica 10.30>12.00 - 15.00>17.30 - festivi 15.00>17.30 – lunedì chiuso
Ingresso: musei civici e mostra € 3,00 – ridotto € 2,00 – libero per i residenti a Castiglione Olona / per informazioni: tel. 0331 858301

Le fotografie scelte per la mostra non seguono un itinerario geografico, ma piuttosto vogliono proporre un modo di guardare intimo e personale, che si nutre dei bagliori per essere trasposto in immagine.

 

 

Torna alla homepage