Tradate

Alla rsa Pineta si festeggiano gli “angeli dai capelli argentati”

Una piccola festicciola nel rispetto delle norme anti Covid per i nonni della casa di riposo di via M.Nevoso in occasione della ricorrenza del 2 ottobre

Alla rsa Pineta si festeggiano gli “angeli dai capelli argentati”
Tradate, 03 Ottobre 2020 ore 17:00

 

 

 

Il Covid non ferma l’entusiasmo e la voglia di far festa. Pur con tutte le prescrizioni e il rispetto delle norme anti-contagio la Rsa Pineta di Tradate ha voluto festeggiare i suoi “nonni” condividendo questo momento con i parenti a casa, per superare le distanze imposte dalle norme e sentirsi  appartenenti alla grande famiglia della Pineta.

 Rsa festeggia i suoi “angeli”

Il 2 ottobre, festa dei nonni, è stata l’occasione per organizzare un momento di condivisione, intriso di affetto e gratitudine, per gli “angeli dai capelli argentati”.

“Abbiamo organizzato  una piccola festa, nel rispetto delle regole anti – Covid solo con gli ospiti, per cercare di riportare un po’ di normalità, per superare il periodo più difficile, cercando comunque di farsi “sentire” dai propri cari nonostante il distacco fisico”, commenta il direttore della struttura di via Monte Nevoso Marco Ravasi.

Un momento immortalato anche negli scatti fotografici e da una dedicata augurale del poeta Bruno Tognolini: ” Ci sono cose che sono i nonni sanno, sono storie più lontane di quelle di quest’anno. Ci sono coccole che solo i nonni fanno, per loro tutti i giorni sono il tuo compleanno. Ci sono nonni e nonne che fretta mai non hanno, nonni e nipoti piano nel tempo insieme stanno”.

 

Riaperto anche il centro diurno

L’attività alla Rsa Pineta continua e ormai da più di un mese ha riaperto anche il centro diurno. Sette gli ospiti che lo frequentano giornalmente. Un servizio con un orario ampliato per venire incontro alle esigenze delle famiglie dato che a causa del Covid non è stato ancora possibile ripristinare il servizio di trasporto.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia